BusinessOnline - Il portale per i decision maker








La crisi economica è finita? Previsioni per il 2010 di ripresa? I dati e statistiche attuali

Crisi economica fra ripresa e timori di ricadute. La situazione



Il presidente Usa, Barack Obama, qualche tempo fa ne aveva annunciato la fine, oggi torna a parlare di una possibile ricaduta. Lo spettro della crisi economica non sembra essersi del tutto allontanato e i timori di nuove perdite e nuove difficoltà regnano sul mondo intero.

Gli ultimi dati diffusi evidenziano che nel terzo trimestre 2009, la prima lettura del Pil Usa ha indicato una crescita annualizzata del 3,5%, un bel balzo rispetto al calo del 6,4% tra gennaio e marzo. Il tasso di disoccupazione, in ottobre, è salito al 10,2%, il massimo negli ultimi 26 anni, dato che preoccupa la Casa Bianca se si pensa che meno si guadagna meno si consuma. La mancanza di uno stipendio impedisce di pagare le rate dei muti, facendo lievitare le insolvenze.

Come dimostrano i numeri: il tasso di morosità dei prestititi sulle multiproprietà di Fannie Mae alla fine di settembre è salito allo 0,62%, contro lo 0,16% del 2008, mentre oltre il 14% dei titolari di mutui per l'acquisto di una casa risulta o insolvente o in ritardo di più di tre mesi sui pagamenti. Insomma, la situazione non sembra delle migliori. A dare una scossa al mercato dovrebbe, si spera, pensarci il Natale.

La National retail foundation, infatti, stima che lo shopping nel periodo natalizio sarà in flessione dell'1% rispetto allo stesso periodo del 2008. Anche il mercato dell’auto va ad inserirsi nel panorama dei miglioramenti, registrando maggiori vendita e una netta ripresa nell’ultimo periodo. Ma le previsioni, pur essendo ottimistiche, non fanno riferimento a grandi numeri, per cui per assistere effettivamente ad una ripresa nei fatti bisognerà attendere qualche mese ancora.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il