No B-Day: prima manifestazione da Internet alle Piazze. Considerazioni apolitiche

Dai volantini pubblicitari ad Internet: il No B-Day parte dalla rete



Dai volantini pubblicitari distribuiti per strada ad Internet come luogo i pubblicità e aggregazione il percorso è stato lungo ma ha raggiunto grandi obiettivi. Fautore della trasformazione attuale è certamente Facebook, il più grande socil network esistente che conta 350 milioni di iscrtitti in tutto il mondo.

Dalle prenotazioni online allo shopping alle manifestazioni di massa: Internet ormai veicola tutto. L’ultima iniziativa promossa si trova in basso a sinistra nella pagina Facebook del No B-Day pagina che registra decine di migliaia di aderenti. Segue poi un elenco dei primi sottoscrittori dell'appello.

I nomi scritti non sono quelli degli organizzatori quanto quelli dei primi iscritti al gruppo che prenderà parte alla manifestazione politica. Ma non è l’unica cosa visibile: ci sono link a gruppi legati a questa discussione, la raccolta firme sull'appello di Saviano lanciato da Repubblica, la possibilità di raccogliere fondi, visionare file audio e video a supporto di idee ed altro.

La politica oggi passa, dunque, dal web. E questa non è altro che l’evoluzione naturale di una comunicazione che è cambiata, di una popolazione di giovani di età compresa tra i 17 e i 30 anni che si servono prima di tutto di Internet come mezzo di informazione. Segno che anche in essa in Italia sta cambiando. E, se proprio nel giorno nel No B-Day si parlerà di un’informazione distorta e controllata, allora il mezzo web è testimonianza di una libertà che ancora può essere utilizzata per la diffusione di idee.

Dalla rete ci si muove con entusiasmo e passione perchè ci si sente appoggiati e si continua, dunque, a fare politica seppur in diverse forme. Non è vero allora che la coscienza giovanile di oggi non segue una propria ideologia, semplicemente ha il potere di esprimerla in maniera diversa.

Vuoi rimanere aggiornato su argomenti simili?

Inserisci la tua email qui:

Accetto la Privacy Policy

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione



Commenta la notizia
di Marianna Quatraro Fonte: pubblicato il