BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Finanziamenti per acquisti in calo, cresce la cessione del quinto dello stipendio nel 2009

Fermo il mercato del credito al consumo, dei mutui e di moto e auto. Solo la cessione del quinto cresce



Il mercato del credito al consumo ha subito un forte arresto nel primo semestre 2009: le nuove erogazioni hanno registrato un calo dell'11,2% rispetto allo stesso periodo del 2008; il comparto dei finanziamenti per l'acquisto di auto e moto (-20,3%) ha mostrato un netto ridimensionamento; in frenata anche il mercato dei mutui immobiliari, che ha registrato un contrazione dei flussi erogati rispetto ai primi sei mesi del 2008 (-12,5%).

Questo è quanto è emerso dalla 27esima edizione dell'Osservatorio Assofin, Crif, Prometeia. Nel credito per l'acquisto di automobili e moto si segnala, inoltre, che nel terzo trimestre, nonostante una lieve ripresa delle immatricolazioni, si è assistito a un leggero contenimento della flessione delle erogazioni, che ha portato a -19,3% l'evoluzione dei primi nove mesi e i prestiti personali hanno evidenziato per la prima volta un segno negativo delle erogazioni: a giugno il calo rispetto allo stesso periodo del 2008 è risultato pari a -13,1% (-14,9% a fine settembre).

L’unico prodotto ancoraiin crescita è stato solo la cessione del quinto dello stipendio/pensione  che ha segnato +8% a fine settembre 2009 ma con una contrazione del 2,8% dei flussi erogati nel corso del terzo trimestre.

Le previsioni dell’Osservatorio dicono che nel 2010 la crescita del credito al consumo dovrebbe mantenersi modesta e intorno al 3,5%, per registrare un'accelerazione solo nel 2011 (+5,1%).

I migliori Prestiti personali senza busta paga e finanziamenti DICEMBRE 2016. In questo articolo proponiamo i migliori finanziamenti senza bisogno di presentare la busta paga e senza garanzie, ma anche prestiti personali, finanziamenti per attività e liberi professionisti con bassi tassi d'interesse.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il