BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Debito banche e Stati: situazione a rischio come dimostra la Grecia. Allarme di Draghi

'La maggior preoccupazione per il futuro é l'enorme volume di debito pubblico'. Le preoccupazioni del Governatore Draghi



“La maggior preoccupazione per il futuro é l'enorme volume di debito corporate e pubblico in scadenza nei prossimi cinque anni. Se per varie ragioni i tassi di interesse dovessero salire con i bilanci delle banche non ancora risanati, e possono per ragioni di politica monetaria e perché lo spazio per il risanamento durerà ancora diversi anni, allora sarebbe una cosa preoccupante se si considera che i debiti bancari sono dell'ordine dei trilioni, ai quali bisogna aggiungere il debito pubblico, allora potrebbe materializzarsi un rischio per i debiti sovrani”.

Il Governatore di Banca d'Italia, Mario Draghi, ha espresso la sua preoccupazione sull’andamento dell’economia globale e soprattutto dopo la crisi esplosa in Grecia. Per il presidente della Banca centrale europea Jean-Claude Trichet, invece, “L'economia della zona euro mostra crescenti segnali di ripresa. La situazione economica e le prospettive hanno continuato a migliorare dai tempi dell'ultima audizione davanti al Parlamento dieci settimane fa”.

Nonostante questo, il presidente della Bce ha invitato nuovamente i governi a definire le strategie di bilancio per ridurre i deficit pubblici. Difficile anche per lui la situazione in Grecia: “Conosciamo tutti i dati e sappiamo quali sono le difficili decisioni da prendere per riportare la situazione in ordine. Ci sono misure molto coraggiose e molto difficili, ma assolutamente necessarie da prendere. Sono fiducioso del fatto che il governo greco agirà in modo responsabile”.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il