BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Rifare il seno: per legge è vietato per le minorenni. Le reazioni e le polemiche

Vietato rifarsi il seno per le minorenni: cosa prevede il nuovo ddl



Vietato rifarsi il seno per le minorenni: il Consiglio dei ministri ha avviato l'esame del disegno di legge che vieta l'impianto delle protesi mammarie a chi ha meno di 18 anni. Soddisfatto il sottosegretario alla Salute Francesca Martini “per un provvedimento che ritengo fondamentale per la salute di tutte le donne che accedono a un intervento di protesi mammaria, anche per puro motivo estetico, e non potevano essere lasciate nell'attuale Far West”.

Ma il divieto non è la sola novità che introdurrà il Ddl, voluto dal Ministero e dalla Società italiana di chirurgia plastica, ricostruttiva ed estetica. Ci sarà anche, infatti, nell'istituzione del Registro un protocollo informativo obbligatorio per le pazienti che si sottopongono all'intervento, che coinvolge la piena tracciabilità dell'intervento, delle protesi utilizzate e del follow-up della paziente.

Consentirà, inoltre, di proseguire nelle attività di screening per la diagnosi precoce del tumore al seno con consapevolezza rispetto al numero delle donne impiantate in Italia, nel rispetto della loro privacy. Se, dunque, le minorenni che hanno una seconda sognano una quinta, dovranno vedere svanire il loro sogno. Secondo i risultati di una recente indagine, su 500 donne tra i 16 e 45 anni, il 36% delle minorenni non è soddisfatta di se stessa, di queste il 17% non sopporta il proprio seno e il 14% tra i 16 e 17 anni se lo farebbe rifare.

Ma da oggi le under 18 dovranno accontentarsi di reggiseni imbottiti e push up alla moda. Deluse le ragazzine che avevano programmato un regalo natalizio costoso e quelle che volevano veder crescere di colpo il loro seno per attrarre di più.

Del resto se prima dei 18 anni non si è ritenuti in grado di avere una tale coscienza politica da votare o una tale responsabilità da guidare chi dice che si possa essere tanto maturi da decidere di intervenire chirurgicamente sul proprio ‘piccolo’ corpo? Colpa dei costumi, colpa della società che cambia, colpa dei modelli che ispirano oggi una bellezza fatua e vuote, fatta di pura estetica e poca ‘sostanza’.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il