BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Orari treni alta-velocità: nuovi orari 2009-2010 con prezzi e tariffe più alte

Nuovi orari, nuove tratte e prezzi più alte: le novità dell'AV



Sono entrati in vigore da ieri, domenica 13 dicembre, i nuovi orari delle Ferrovie dello Stato dopo l’inaugurazione degli ultimi tratti della nuova Alta Velocità. Nuovi orari uguale anche nuovi prezzi, che saranno decisamente più alti.

E’ stata la nuova tratta da Novara a Milano, insieme alla Bologna-Firenze, che sarà percorribile in appena 37 minuti, a segnare il completamento della dorsale AV delle Ferrovie italiane (Torino-Milano-Bologna-Firenze-Roma-Napoli-Salerno). Con i nuovi treni, tra Torino e Milano ci saranno sette coppie di treni AV nei giorni feriali; quattro di queste proseguono per Roma fermando a Milano Porta Garibaldi, le altre arrivano a Milano Centrale.

Di sabato, invece, le coppie saranno tre e la domenica cinque. I tempi di percorrenza sono di 50 minuti da Porta Susa a Milano Centrale (1 ora da Porta Nuova) mentre da Torino Porta Susa a Milano Porta Garibaldi ci vorranno 45 minuti. I nuovi tratti ferroviari avranno come conseguenza un consistente rincaro dei biglietti. Per chi viaggia in seconda classe l'incremento è del 30%: al prezzo base il costo chilometrico della Mi-To supera quello di Milano-Bologna e Milano-Roma.

Sulla Milano-Torino sarà in vigore fino al 28 febbraio 2010, per posti limitati e a condizioni restrittive, l'offerta che permetterà di viaggiare in coppia acquistando due biglietti al prezzo di uno; il costo a testa scende così a 15,5 euro in seconda classe. Un biglietto di seconda classe Milano-Roma passa da 75,10 euro a 89 euro e in prima lo stesso viaggio costerà 109 euro invece degli attuali 103,60.

Per la tratta Milano-Bologna 41 euro in seconda classe, invece di 37,10 euro e in prima 56 euro da 53,20. Per la tratta Bologna-Firenze, 24 euro in seconda classe invece di 18,10 euro e 26 euro in prima, invece delle 24,70 attuali. Sulla Lecce-Milano (che solo nella parte finale include tratti di ferrovie ad alta velocità) in prima si passa a 122 euro da 110,20, in seconda 88 euro da 79,80. Sulla Roma-Venezia in seconda 73 euro invece di 61,80 in prima 94 invece di 89,30 mentre sulla tratta Napoli-Torino in seconda 137 euro da 107,40, in prima classe 168 euro da 149,20.

Ed è polemica con le associazioni dei consumatori, che denunciano la stangata delle nuove tariffe. “I nuovi prezzi, ha spiegato l'amministratore delegato di Fs Mauro Moretti, riguardano l'alta velocità e i servizi a mercato come alcuni Eurostar o Eurocity cioè quelli dove i costi si ripagano con il traffico. Non sono aumenti ma nuovi prezzi per nuovi servizi”.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il