BusinessOnline - Il portale per i decision maker


Cerca







Ripresa economica e previsioni 2010: fondamentale ruolo IT secondo ricerca Accenture

Investire più nell'IT per una maggiore crescita e competitività. La ricerca



La maggioranza (72%) dei dirigenti ritiene che gli investimenti IT siano di fondamentale importanza per la ripresa economica e per aumentare la propria competitività: questo è quanto emerge sa uno studio condotto da Accenture ed EIU.

Entrando più nel dettaglio, lo studio evidenzia come oltre 577 manager di Italia, Europa ed USA ritiene che l'IT sia oggi una priorità e lo ritiene parte integrante dei programmi per l'avvio della ripresa nelle imprese dopo gli effetti devastanti che la crisi economica ha prodotto e per uscirne. Il 47% prevede, invece, per i prossimi mesi un aumento della spesa tecnologica per la propria divisione, il 10% per l'azienda nel suo complesso e il 51% pianifica un incremento del budget IT nel prossimo anno.

L'aumento degli investimenti è poi una priorità per il 54% dei dirigenti italiani, il 30% manterrà gli attuali livelli di spesa, l’11% li ridurrà, il 4% li taglierà e solo un 2% non sa ancora come lavorerà in futuro. Per la maggior parte degli intervistati è importante puntare sull'IT, sul controllo e sul risparmio dei costi e, in particolare, per quanto riguarda le aree di investimento, i responsabili IT sono decisi a spendere soldi nella virtualizzazione, nel consolidamento server (44%), e-business (32%) e nei progetti SOA, cioè architettura orientata al servizio (31%).

“I risultati dell'indagine dimostrano che le imprese riconoscono la necessità d'investire nella tecnologia per tutelare e favorire la propria posizione competitiva anche in tempi difficili, a differenza di quanto succedeva in passato, spiega Antonio Pezzinga, Responsabile Technology Accenture Igem .

Le incertezze degli ultimi 18 mesi hanno sottolineato la necessità di aumentare la flessibilità e la scalabilità per mantenersi all'avanguardia nel business e per stimolare un profondo cambiamento”.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il