Rimborsi per Treni in ritardo: nuove regole fine 2009 e per tutto il 2010

Nuovi rimborsi Trenitalia.



Dopo l’entrata in vigore dei nuovi orari e dei nuovi treni, Trenitalia annuncia anche le novità che riguardano i rimborsi. Eliminata la distinzione fra treni Intercity, Eurostar e Alta velocità, insieriti nella stessa categoria definita ‘Trasporti nazionali di media e lunga percorrenza e trasporto internazionale’, si assisterà ad una vera e propria riorganizzazione del sistema di trasporti europeo.

Le nuove condizioni generali prevedono un rimborso spese per quei treni nazionali e regionali che in passato non ne prevedevano, si allunga il lasso di tempo entro il quale scatta la richiesta di rimborso per gli Eurostar (prima previsto per 26 minuti, ora esteso a 60) e si sintetizza in un'unica formula la procedura per la richiesta dell'indennità da ritardo.

La stessa per i treni ad alta velocità e per quelli a bassa. In caso di ritardo, le regole valide per tutte e tre le categorie di treni già menzionate saranno: riconoscimento di un'indennità da ritardo (da ottenere in bonus o in denaro) pari al 25 per cento dell'importo del biglietto per ritardi tra i 60 e i 119 minuti, pari al 50 per cento dell'importo per i ritardi superiori a 120 minuti mentre, in caso di attesa superiore a un'ora il rimborso sarà, a seconda delle condizioni, integrale o parziale.

Per quanto riguarda il trasporto regionale, invece, prevista un'indennità pari alla cifra dovuta nel caso dei trasporti di media e lunga percorrenza, condizione prima inesistente.

Vuoi rimanere aggiornato su argomenti simili?

Inserisci la tua email qui:

Accetto la Privacy Policy

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione



Commenta la notizia
Autore: Marianna Quatraro
Fonte:
pubblicato il