BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Calcolo pensione dopo i cambiamenti di Gennaio 2010: quote, coefficenti e servizio gratis online

Novità pensioni a aprtire da gennaio 2010. Quali sono



Saranno applicati a partire dal prossimo gennaio 2010 i nuovi parametri per il calcolo della pensione. Questi saranno ribassati tra il 6,38% e l'8,41% e gli impatti saranno diversi a seconda del sistema con cui viene calcolata la propria pensione. La Cgil ha stimato che, con l'applicazione automatica dei nuovi coefficienti di calcolo (http://miojob.repubblica.it/notizie-e-servizi/dossier/dettaglio/previdenza-i-coefficienti/2803164), chi va in pensione oggi con il sistema misto (contributivo-retributivo) perderà circa il 3-4% della pensione e la perdita sarà ancora maggiore per chi ha iniziato a lavorare dopo il 1 gennaio 1996.

Nel caso, per esempio, di una lavoratrice nata nel 1949, impiegata con 30 anni di contributi, con l’applicazione dei nuovi coefficienti, e a parità degli altri elementi, perderebbe 715 euro l’anno nel sistema misto e 1.378 l’anno, nel sistema contributivo. Per questo Cgil ha chiesto di modificare i criteri di calcolo dei coefficienti di trasformazione e di applicarli pro quota solo sul montante contributivo dal 2010 in poi e non retroattivamente su tutti i contributi.

Da gennaio 2010 varrà anche il meccanismo delle quote (http://miojob.repubblica.it/notizie-e-servizi/dossier/dettaglio/in-pensione-le-quote/3674650) per l’accesso al pensionamento di anzianità (introdotto dalla legge 247 del 24 dicembre del 2007) in vigore già da luglio 2009. Possono andare in pensione coloro che hanno compiuto almeno 59 anni e hanno 36 anni di contributi. Il meccanismo delle quote fa sì quindi che si può andare con 35 anni di contributi ma solo se si sono compiuti almeno i 60 anni d’età.

Fino alla fine di giugno 2009, i requisiti minimi erano di 58 anni con 35 anni di contributi. A partire dal gennaio 2011 invece, per andare in pensione di anzianità, si dovrà toccare quota 96. ciò significa che potrà andare in pensione chi avrà compiuto 60 anni di età e avrà 36 anni di contributi o 61 anni con 35 anni di contributi.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il