Finanziamenti alle Pmi del Sud Italia dal Fondo di garanzia nel 2010 per innovazione e green economy

Nuovo fondo a sostegno delle pmi del Mezzogiorno. Come funziona



250 milioni di euro di fondi a sostegno delle piccole e medie imprese del Mezzogiorno. E’ questa la nuova misura annunciata dal ministro per lo Sviluppo Economico, Caludio Scajola, nata per aiutare le Pmi ad uscire dalla crisi attraverso innovazione e green economy, per cui loo stesso Fondo diventa anche una leva per intercettare gli investimenti per la ricerca, l’innovazione e le energie rinnovabili e pone così l’Italia tra i primi paesi al mondo a recepire gli ultimi indirizzi ambientali discussi a Copenhagen.

Con questo nuovo fondo, nel 2010 le risorse stanziate dal Ministero per il Fondo di garanzia per le piccole e medie imprese ammonteranno a 740 milioni di euro per arrivare, nel 2012, ad oltre 1.800 milioni di euro. L’obiettivo del Fondo di garanzia è quello di sostenere non soltanto la singola azienda ma anche quella di favorire la creazione di una rete d’imprese, affinchè società, piccole e medie, si uniscano per crescere insieme.

Secondo i tecnici del Ministero dello Sviluppo, con le risorse aggiuntive appena erogate ed applicando il moltiplicatore previsto (pari a 15) nel 2010 le imprese minori potranno attivare quasi 4 miliardi di investimenti garantiti in Italia. Considerando l’intero asset delle risorse stanziate per il 2010, si raggiungeranno in dodici mesi circa 11 miliardi di euro di nuovi finanziamenti che, entro il 2012, potranno attestarsi a circa 30 miliardi.

L’ampliamento dellle risorse erogate si accompagna anche all’inserimento di un criterio che è teso a favorire le reti di impresa e le grandi aggregazioni economiche e di mercato.  Secondo il ministro Scajola, “I fondi, se correttamente impiegati, possono essere di grande impulso e stimolo alla ripresa del Paese”.

Vuoi rimanere aggiornato su argomenti simili?

Inserisci la tua email qui:

Accetto la Privacy Policy

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione



Commenta la notizia
di Marianna Quatraro Fonte: pubblicato il