BusinessOnline - Il portale per i decision maker








I film al cinema superano i dvd come spettatori per la prima volta. Merito di Internet

Boom di vendite di biglietti per i film al cinema. Cosa sta cambiando



Per la prima volta in sette anni le vendite dei biglietti di film delle sale cinematografiche hanno surclassato quelle del supporto ottico. Ma il futuro sarà degli Mp3 universali da scaricare ondine. Era dal 2002, l'anno del trionfo del consumo domestico, segnato dalle vendite record dei dvd e degli impianti di home theatre che avevano mandato in pensione vecchi televisori, che non si registrava un così grande successo del cinema.

Quasi dieci miliardi di dollari (9,87 per la precisione) gli incassi al botteghino nel 2009, il 10% in più rispetto all'anno prima, contro gli 8,73 miliardi delle vendite dei dvd (meno 13 per cento), comprensive anche dell'ultima meraviglia, i dischi ad alta definizione Blu-Ray. La rivincita del cinema non è però, nonostante le apparenti credenze, un grande traguardo.

La tendenza all’home theatre aveva spinto, infatti, le maggiori case produttrici a puntare sul successo dei dvd tanto che quasi la metà dei profitti arrivavano dalla vendita dei film a casa. Il caldo delle vendite di dvd è dovuto soprattutto alla possibilità, partita proprio dagli Usa, di dare dvd in affitto per 1 dollaro al giorno, mentre i Blu-Ray, poi, che portano nelle casse dei produttori molti più dollari (22 contro i 17 di un dvd normale), rappresentano ancora una fetta minima.

Ma online che si realizza la vera rivoluzione. Anche se lentamente, infatti, stanno crescendo vendite e affitto di film sul web. E questo è un fenomeno destinato certamente a crescere ancora di più ora che i grandi nomi del cinema e dell'informatica, dalla Warner Bros alla Disney passando per Microsoft e Intel, stanno per lanciare il formato standard del cinema digitale, una sorta di ‘mp3 del cinema’. Grazie a questo nuovo sistema i consumatori potranno vedere i film su qualsiasi tipo di supporto.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il