BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Mutui e tassi 2010: euribor ai minimi e rate più basse. Previsioni

Inizia bene il 2010 per chi ha stipulato un mutuo a tasso variabile. La situazione



Inizia bene il 2010 per chi ha stipulato un mutuo a tasso variabile. Il tasso Euribor, al quale sono indicizzati i valori delle rate da pagare, continua a non salire. Al contrario. La scadenza a 3 mesi ha fatto segnare in questi ultimi giorni un nuovo minimo record: è sceso allo 0,694% (l'Euribor a 1 mese resta ancorato a 0,45%).

Ciò significa che la risalita (tanto temuta dai mutuatari) sarà probabilmente ancora più graduale di quanto ci si attendeva. Dundue, la situazione attuale è destinata a normalizzarsi, ma non immediatamente. Stefano Pignatelli di Aritma I.F. spiega: L'Euribor 3 mesi rimarrà sostanzialmente stabile fino alla primavera e inizierà a salire man mano che verrà drenata la liquidità accelerando soltanto dopo giugno, quando giungerà a scadenza quanto collocato con la prima e più consistente asta a 12 mesi del 2009”.

E a confermare questa previsione ecco intervenire anche i valori espressi dal mercato dei future, visto che l'Euribor a 3 mesi è stimato allo 0,73% a marzo e in leggera risalita nei mesi successivi: 1,06% a giugno, 1,42% a settembre e 1,75% a fine anno. Ma c'è anche chi ad un recupero ancora più lento per l'Euribor, come Marco Annunziata, capo economista di UniCredit Mib che ritiene che l'Euribor 3 mesi chiuderà il 2010 attorno all'1,30%. Valore decisamente auspicabile per chi ha un mutuo a tasso variabile.

. L'offerta di mutui sia a tasso fisso che variabile a Aprile 2016 si fa molto interessante. Grazie alla discesa mese su mese dei prezzi degli immobili nelle grandi città, ma soprattutto nei piccoli centri, e grazie ai tassi praticamente prossimi allo zero oggi accendere un mutuo è estremamente conveniente. In questa analisi abbiamo analizzato le migliori offerte proposte dai principali istituti.

Fisso o variabile? Questo è l'eterno dilemma... In breve in questa particolare fase storica chi ha la possibilità di aprire un mutuo da estinguere in 10 anni quasi sicuramente la scelta del tasso variabile può essere quella più azzeccata, infatti attualmente i tassi sono molto bassi e le prospettive per i prossimi anni non fanno intravedere una loro risalita e poi grazie alla portabilità è sempre possibile, qualora i tassi aumentino, ricontrattare il mutuo con la stessa banca o con un altro istituto al fine di ottenere una proposto di nuovo vantaggiosa.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il