BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Previsioni Borse e azioni 2010: su cosa conviene investire?

Il 2010 sarà l'anno che condurrà fuori dal tunnel della crisi? Le opinioni degli analisti



Il biennio 2008 2009 è stato il periodo più nero che l’economia contemporanea ricordi: ha visto il tracollo di grandi colossi finanziari, licenziamenti a valanga, investimenti andati malissimo, le Borse altalenanti. Il 2010 ha inaugurato un nuovo periodo di ottimismo, anche se la fiducia da parte di investitori e consumatori non è tornata proprio del tutto. E c’è chi si chiede cosa aspettarsi da questo nuovo anno.

Per quanto riguarda le previsioni borsistiche, sembra i mercati si stiano pian piano riprendendo. Basti guardare i dati: sull'anno la borsa di Francoforte ha guadagnato il 23%, Parigi il 22,32%, Londra il 22,07%, prima tra le Borse mondiali a tornare ai livelli pre crac Lehman, Milano il 20%,come il Dow Jones, indice guida della borsa di New York. Meglio hanno fatto le borse asiatiche: Shanghai è salita dell'80% in un anno, Hong Kong del 52%. A Tokyo, l'indice Nikkei ha guadagnato il 19,04%.

La crisi è stata evitata grazie soprattutto agli interventi dei singoli governi e delle Banche Centrali, che hanno contribuito a scongiurare il peggio, garantendo liquidità ad un sistema finanziario internazionale che rischiava di non riprendersi più, almeno per il momento. Nonostante gli slanci positivi, però, c’è ancora molta strada da fare prima di tornare a riacquistare completa fiducia negli investimenti, basti pensare che molti investitori hanno venduto azioni per comprare obbligazioni.

E per quanto riguarda il futuro, il 2010, secondo gli analisti, sembra sarà l’anno ‘prova’ per le borse mondiali. “I rialzi dei mercati saranno meno importanti che nel 2009”, avvertono Larry Hatheway e Kenny Liew, analisti di UBS. Si tratta di una previsione decisamente prudente, che secondo i due esperti è frutto delle incertezze del contesto economico contemporaneo: il cambio euro-dollaro, il possibile rincaro delle materie prime, i punti di domanda sui tassi d'interesse e la questione dei deficit pubblici in Usa ed Europa.

Ma su un punto concordano tutti: più o meno lentamente, il 2010 condurrà il mondo fuori dalla crisi, il Pil mondiale dovrebbe salire del 3,7%, le Borse dovrebbero registrare continui rialzi e Wall Street dovrebbe salire quest'anno di un ulteriore 11%. Per quanto riguarda, invece, gli investimenti, preoccupano i titoli di stato, mentre sembra andranno bene le obbligazioni.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il