BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Televisori,cellulari,notebook,blu-ray:quali i prodotti tecnologici più venduti in Italia a Natale?

Sono i televisori LCD i prodotti tecnologici più venduti nel 2009. La classifica



Tecnologia che passione: sembra che il Natale appena passato sia stato dominato dalla vendita di prodotti tecnologici che, anche se a volte hanno registrato numeri non troppo alti, sono stati scelti con cura e particolare occhio a dettagli e funzionalità. P

rotagonisti assoluti delle vendite natalizie sono stati i televisori lcd con tecnologia a led, più definiti e luminosi, che avevano prezzi che si aggiravano intorno ai 700-800 euro. Samsung in vetta alla classifica delle marche preferite. A seguire le tv LCD, l’immancabile must del periodo:l’ iPhone di Apple che, nonostante la nascita sul mercato di concorrenti come il Nokia N97 e simili, non ha lasciato il suo scettro di innovativo smartphone a nessuno.

A seguire, nella classifica dei prodotti tecnologici più venduti, è stata la Nintendo Wii di colore nero, la console dei giochi virtuali divertente e dinamica. I prodotti che a valore hanno registrato trend più positivi, secondo i dati resi noti da Antonio Besana, direttore commerciale di Gfk Italia, sono stati gli smartphone (+120%) con un fatturato più che raddoppiato rispetto a dicembre 2008, i flat tv lcd (+66%), i notebook (+29%) e i desktop computer (+3%).

Forte incremento anche per i lettori blu ray (+150%). Trend negativi, invece, per i navigatori satellitari, gli stereo per le auto, i lettori dvd e le stampanti (tutti a -20%). Nel limbo delle vendite, invece, ci sono i lettorini mp3 (-19%), le televisioni al plasma (-16%), gli impianti audio per la casa (-15%) e i telefoni cellulari semplici (-13%).

. Mancano pochi giorni per il Natale 2016. Abbiamo raccolto le migliori ricette per Natale sia per la vigilia che per il pranzo. E poi decine di frasi di auguri di Natale originali, divertenti, religiose, corte e lunghe e poetiche, anche in inglese da inviare via sms, facebook e whatsapp.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il