BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Bollo auto 2010: scadenze, come pagare, costi. E per i ritardatari?

Scadenze e novità per pagare i bolli auto 2010. Come fare



Scade il primo febbraio il rinnovo del bollo auto per le vetture di potenza superiore ai 35 KW se immatricolate dal 1/1/1998,o superiori a 9HP se immatricolate fino al 31/12/1997, la cui tassa di possesso sia scaduta a dicembre 2009. Questa scadenza riguarda anche le tasse fisse per le targhe prova, rimorchi speciali (roulottes, rimorchi per trasporto di imbarcazioni ecc.), le auto storiche, i ciclomotori e i quadricicli leggeri prima della messa in circolazione su strada pubblica.

Il primo marzo, invece, sarà il termine ultimo di pagamento per il bollo auto per le vetture di potenza fino ai 35 KW se immatricolate dal 1/1/1998 o di potenza fiscale fino a 9HP se immatricolate fino al 31/12/1997, per i motoveicoli, gli autocarri merci e speciali, trattori stradali e autobus la cui tassa di possesso sia scaduta nel mese di gennaio 2010.

Entro il 31 maggio, invece, deve essere rinnovato il bollo auto per le vetture di potenza superiore ai 35 KW se immatricolate dal 1/1/1998 o superiori a 9HP se immatricolate fino al 31/12/1997, la cui tassa di possesso sia scaduta ad aprile 2010; entro il 30 giugno deve essere versato il bollo auto per gli autocarri merci e speciali, trattori stradali e autobus la cui tassa di possesso sia scaduta nel mese di maggio 2010.

Entro il 31 agosto deve essere versato il bollo auto per le vetture di potenza fino ai 35 KW se immatricolate dal 1/1/1998 o di potenza fiscale fino a 9HP se immatricolate fino al 31/12/1997, per i motoveicoli e autobus la cui tassa di possesso sia scaduta nel mese di luglio 2010; entro il 30 settembre deve essere rinnovato il bollo auto per le vetture di potenza superiore ai 35 KW se immatricolate dal 1/1/1998 o superiori a 9HP se immatricolate fino al 31/12/1997, la cui tassa di possesso sia scaduta a agosto 2010; ed entro il 2 novembre deve essere versato il bollo auto per gli autocarri merci e speciali, trattori stradali e autobus la cui tassa di possesso sia scaduta nel mese di settembre 2010.

Dal primo gennaio 2010, il bollo auto si puòpagare tramite il canale bancario ATM (cd. sportello Bancomat) e il canale Internet Banking (solo per i clienti) presso gli istituti bancari abilitati, per i residenti in: Abruzzo, Basilicata, Lazio, Puglia, Toscana, Umbria, Provincia Autonoma di Bolzano e Provincia Autonoma di Trento. Il servizio è attivo tutti i giorni 24 ore al giorno.

Per sapere quanto pagare, bisognerà fare riferimento alla normativa comunitaria sulle emissioni inquinanti riportata sulla carta di circolazione per determinare a quale direttiva sia conforme il veicolo (Euro 0, 1, 2, 3, 4/5) e moltiplicare il corrispondente valore riportato nella tabella per ogni KW di potenza dell'automobile ad uso privato o CV, per le auto il cui libretto di circolazione riporta ancora la potenza massima espressa in CV. Per i ritardatari nel pagamento, basta versare una sanzione minima avvalendosi del cosiddetto 'ravvedimento operoso'.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il