BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Permesso di soggiorno: ritardi per rinnovo fino ad 1 anno e mezzo. Gli ostacoli e le difficoltà

Si allungano i tempi per ottenere i permessi di soggiorno. La situazione



Tempi lunghi, anzi lunghissimi, per rinnovare il permesso di soggiorno per gli immigrati. Mentre il Testo unico per l'immigrazione impone il limite di 20 giorni per il rilascio, il rinnovo o la conversione del permesso, oggi in Italia un immigrato arriva ad aspettare anche fino a 291 giorni. Un’eternità.

Il dipartimento di Pubblica sicurezza del Vicinale, in merito alla questione del ritardo, ha comunicato che in quest'ultimo anno è stata introdotta una procedura per portare a 45 giorni l'iter di rilascio e rinnovo dei permesso: oltre il doppio, in ogni caso, rispetto a quanto previsto dalla legge, mentre per quanto riguarda gli arretrati, il ministero calcola che oltre il 50% delle questure completeranno lo smaltimento delle pratiche entro il 30 gennaio prossimo, mentre per le restanti ci vorranno ancora circa cento giorni a partire da questa settimana.

Il punto critico del processo di rinnovo è, infatti, il passaggio per le questure che sono oberate dai procedimenti. L’iter di rinnovo si svolge tutto in una procedura burocratica: parte dallo sportello delle Poste, dove l'immigrato consegna il kit compilato con i documenti necessari, il cui costo totale è di 72,12 euro. Poi la richiesta passa al Centro servizi amministrativi delle Poste e poi al Cen, centro elaborazione nazionale di Napoli, per la pubblicazione del fascicolo elettronico sui sistemi a disposizione delle questure.

Una volta superati i controlli, il documento passa all'istituto poligrafico Zecca dello Stato per la stampa in formato elettronico del titolo di soggiorno. Il permesso di soggiorno per un immigrato regolare equivale contemporaneamente a carta d'identità e passaporto ed è l'unico documento che prova la condizione di regolarità dei quasi quattro milioni di abitanti stranieri che hanno diritto a ottenerlo. E’ necessario, dunque, riportare i tempi di rilascio nei limiti di breve durata.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il