BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Google News ed editori tedeschi: basta guadagnare con il nostro lavoro. E parte una causa

Gli editori tedeschi contro Google. La cusa



La Germania contro Google: due nuove gruppi fanno causa al gigante di Mountain View dopo la dichiarazione di Amburgo sui diritti di proprietà intellettuale. Google funziona così: restituisce risultati pubblicando su Google News dei pezzettini di articoli che poi rimandano alla fonte originaria, che sia una testata giornalistica o un blog.

Così, i gruppi editoriali, circa 150 aziende principalmente tedesche, insieme a Dow Jones, NewsCorp, si sono riuniti sotto quella che hanno battezzato ‘La dichiarazione di Amburgo sui diritti di proprietà intellettuale’. Si tratta di una sorta di gruppo che preme sull'Unione Europea affinché vengano riconosciuti i loro diritti editoriali. Entrando più ne dettaglio, due aziende editoriali, BDZV e VDZ, hanno fatto causa a Mountain View sostenendo che l'azienda americana non assegna alle fonti originali delle notizie una ragionevole quota di quello che guadagna veicolando il loro prodotto.

Per quanto l’opera di Google possa essere innovativa e veicolare informazioni a tutti colo che navigano nel web, ridefinendo il modo in cui viaggiano le notizie, è anche vero che, a differenza di aziende ed editori, ricava denaro dalla pubblicità, perchè chi cerca quei contenuti trova sulle pagine di Google pubblicità e solo dopo un secondo clic il giornale di riferimento. Anche in Italia si è registrata una presa di posizione degli editori, con l'avvio di un'istruttoria su Google da parte dell'Antitrust.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il