Tablet Pc 2010: modelli si moltiplicano. Il software farà la differenza

Da Microsfot a Apple a Toshiba: i nuovi tablet pc simili nel design ma diversi per software



E’ stata, come sempre, Apple ad aprire la strada alle nuove invenzioni dei Tablet Pc e, in men che non si dica, si sono moltiplicate le offerte di questo prodotto. Ed ecco allora che il 2010 sarà proprio l’anno dei tablet pc. La novità di Apple è stata battuta sul tempo da Microsoft che ha presentato, proprio a inizio anno, il suo primo tablet pc.

Si tratta del modello chiamato Courier, un tablet di nuova concezione, più vicino, nella forma, agli e-reader come quello della Sony o il Kindle di Amazon, con la forma di un libro. Ma a differenza degli e-reader, il Courier ha tutte le funzionalità di un vero pc portatile, con molte novità nell'interazione con l'utente tratte dal sistema di Microsoft Surface. Dotato di due schermi da circa 7 pollici, che dialogano tra loro, Courier ha un'interfaccia che mescola multitouch e gestione con una penna.

Nella grande sfida si inserisce anche Toshiba, che si appresta a introdurre un tablet multimediale chiamato JournE Touch, con uno schermo touch screen da 7 pollici. Apple presenterà il suo primo tablet a fine gennaio e nell'attesa si moltiplicano le indiscrezioni in rete che parlano di schermo da 7 pollici, o poco più grande di un'iPod e di un prezzo intorno ai 500 dollari.

L'unica cosa certa, al momento, sembrerebbe il nome: iSlate (lavagna). A metà gennaio uscirà forse anche quello di Nokia, il Booklet annunciato per ottobre e che sta registrando un notevole ritardo. Si arricchisce, dunque, la gamma dei nuovi prodotti che cambieranno lo scenario pc nel 2010: nel design saranno tutti più o meno simili, ciò che li contraddistinguerà sarà il software di cui si doteranno.

Ti è piaciuto questo articolo?





Vuoi rimanere aggiornato su argomenti simili?

Inserisci la tua email qui:

Accetto la Privacy Policy

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione



Commenta la notizia
di Marianna Quatraro Fonte: pubblicato il