BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Stage per laureati 2010: le opportunità all'estero presso le ambasciate italiane

Stage presso ambasciate italiane all'estero, in Europa e non. Chi vi può accedere e come fare



Il ministero degli Esteri e della Conferenza rettori università italiane ha approvato il primo bando annuale del programma che prevede stage per laureati presso le ambasciate italiane all’estero. Il periodo di tempo in cui si svolgeranno questi stage è compreso da maggio ad agosto 2010 e insieme alle ambasciate ci sarà possibilità di recarsi pressp istituti di cultura e consolati da Oslo a Brasilia, da Washington a Nairobi.

Le domande da parte di tutti coloro che intendono prendervi parte dovranno essere consegnate entro l'8 febbraio 2010. La candidatura deve essere presentate attraverso il sito dei tirocini della Fondazione Crui. Possono accedere al bando i laureandi che abbiano superato il settanta per cento degli esami del proprio piano di studi con una votazione non inferiore a 27 su 30 e i laureati di laurea triennale e del vecchio ordinamento e i partecipanti di master.

I candidati dovranno inoltre avere una conoscenza di lingue straniere. Le destinazioni sono soprattutto europee ma il panorama di location si estende anche all’America del Nord, Africa, Asia, Centro e Sud America, Medio Oriente e Oceania. Il progetto di studio prevede periodi di stage di tre mesi presso il ministero degli Esteri, le sue rappresentanze diplomatiche, gli uffici consolari, le rappresentanze permanenti presso le organizzazioni internazionali e gli Istituti di Cultura, che offriranno ai prescelti di poter approfondire la loro personale formazione e al tempo stesso sperimentare la realtà lavorativa, comprendendo logiche e sistemi di relazioni proprie del mondo produttivo.

I tirocini si svolgeranno nel periodo compreso tra il 3 maggio del 2010 e il 3 agosto del 2010. Chi farà parte del progetto, parteciperà anche alle attività della sezione culturale delle ambasciate, di organizzazione di manifestazioni culturali, affiancherà i funzionari delle ambasciate nella trattazione di temi e questioni attinenti alla politica ambientale ed energetica, rassegna stampa e parteciperà a seminari di politica internazionale.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il