BusinessOnline - Il portale per i decision maker


Obbligazione Enel 2010 collocata a Febbraio: tassi di interesse, durata e condizioni possibili

Il mercato retail pronto ad accogliere Enel: il piano



Il mercato retail pronto ad accogliere Enel: l'amministratore delegato, Fulvio Conti, ha annunciato che la società ha depositato in Consob il prospetto informativo per l'emissione obbligazionaria rivolta ai risparmiatori.

Se qualche tempo fa il consiglio di amministrazione della società aveva dato mandato al manager di emettere un bond retail del valore massimo di 4 miliardi di euro, ora le stime prevedono che sul mercato vengano collocati circa 2 miliardi di euro, eventualmente elevabili a fronte di una domanda che risulti però sostanziosa. Così, il 4 febbraio Enel dovrebbe approvare i risultati preliminari del 2009 e inserire le novità nella bozza di prospetto depositata in Consob e il 15 febbraio partirà l'offerta del bond ai risparmiatori che si chiuderà il 26 febbraio.

La gestione dell'operazione è stata affidata a Banca Imi, UniCredit, Bnp Paribas e Deutsche Bank e sotto di loro agirà un altro consorzio di quattro/cinque istituti di credito che seguirà altri aspetti dell'emissione.

Per quanto riguarda le condizioni di stipula, si pensa ad un'emissione della durata di sette anni mentre non è ancora stata definito nel dettaglio se si tratterà esclusivamente di un bond a tasso fisso o misto con una tranche a tasso variabile e l'altra a tasso fisso.La cosa certa è che Enel  vuole, comunque, offrire ai risparmiatori più o meno lo stesso rendimento riconosciuto agli investitori istituzionali nei mesi precedenti.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il