BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Multe auto 2010 in crescita come è stato nel 2009? E' la nuova tassa dei Comuni per sopravivere

Tornano a crescere le multe stradali fatte nei Comuni. Gli aumenti



Il fenomeno si era placato per qualche mese ma ora torna a registrare una forte crescita. Si tratta dell’aumento delle multe stradali fatte dai Comuni. I risultati di un'indagine condotta dall'Adnkronos consultando i bilanci dei Comuni italiani, evidenzia che nel 2008 sono state fatte 12,6 milioni di multe, 1.427 all'ora e 24 al minuto e ogni italiano munito di patente ha pagato in media 76 euro mentre ogni vigile ha compilato verbali per 43 mila euro.

Si potrebbe dire che queste multe siano diventate delle vere e proprie tasse da pagare ai comuni che hanno le casse vuote. Casse che si arricchiranno ancora di più se si pensa che gli importi per le multe sono aumentati.

Dal primo gennaio 2009, infatti, sono aumentate le multe per violazione del Codice stradale: divieto di sosta da 36 a 38 euro; divieto sosta con pericolo da 74 a 78 euro; eccesso di velocità fino a 10 km/ora da 36 a 38 euro; eccesso di velocità tra 11 e 40 km/ora da 148 a 155 euro; mancato uso cinture sicurezza o seggiolini da 148 a 155 euro; sorpasso vietato semplice da 70 a 74 euro; sorpasso vietato con pericolo da 143 a 150 euro; sorpasso vietato con veicoli pesanti da 281 a 295 euro.

E ancora, passare col semaforo rosso da 143 a 150 euro; violazione della segnaletica da 36 a 38 euro; mancata precedenza a incroci da 143 a 150 euro; guida in stato ebbrezza da 500 a 12 mila euro; e guida sotto effetto stupefacenti da 1.500 a 12 mila euro. In concomitanza all’aumentare dei costi, aumenta anche il rischio truffe.

Un esempio arriva dal caso dei sensori collocati sui semafori: la Cassazione con una sentenza del 30 ottobre 2009 ha dichiarato nulle le multe in caso di assenza del vigile urbano, ma i verbali continuano ad arrivare. Oppure il caso dei tutor sulle strade comunali non tarati a dovere che in realtà sono causa di verbali decisamente salati.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il