BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Comprare casa come investimento a Milano, Roma, Torino nel 2010. I guadagni possibili

Dove e come conviene comprare casa ora? Dati e consigli



Dopo l’anno terribile della crisi economica che ha devastato i mercati immobiliari del mondo, in questo nuovo 2010 appena iniziato sarà consigliato l’acquisto di immobili come investimenti? E se si, dove si consiglia l’eventuale acquisto? Vincenzo De Tommaso di Idealista.it, portale di annunci immobiliari leader del sud Europa, chiarisce che a livello nazionale “c’è stata una contrazione generale.

Stando ai dati dell’agenzia del territorio le vendite sono calate circa del 16%, portando le transazioni al di sotto delle 600mila, al livello del 1998/99, una bella marcia in dietro cominciata circa due anni fa e  i prezzi hanno registrato una flessione del 10-15%”. Sull’andamento dei prezzi a livello locale, dati rilevanti si registrano per Milano, Roma e Torino, le città che per numero di annunci sul sito si possono monitorare meglio.

Ovviamento prezzi e comportamento del mercato del mattone variano da città a città. A Milano, per esempio, il prezzo degli immobili è cresciuto, anche in maniera sostanziosa in media dell’8,6%, e nella seconda metà del 2009 abbiamo si è registrato un incremento delle ricerche di case in vendita di circa il 40% rispetto al semestre precede.

A Milano, in molte zone, l’aumento dei prezzi è essenzialmente dovuto alla prospettiva di opere di riqualificazione di determinate aree in vista dell’Expo 2015. Diversa, invece, la situazione a Roma, dove risulta che i prezzi, al contrario della metropoli della moda italiana, stiano calando. Anche nella capitale, ovviamente, la situazione varia da quartiere a quartiere: Prati, Eur, la zona del Torrino, Trigoria, sono zone richiestissime da chi preferisce investire in immobili di prestigio.

Stando alle previsioni, nel 2010, gli immobili di prestigio avranno una grossa spinta dovuta al fatto che chi ha i soldi ne ha sempre di più, a cui si aggiunge il rientro dei capitali dovuto allo scudo fiscale. Ancora diversa la situazione a Torino: i lavori fatti per le Olimpiadi del 2006 hanno rivitalizzato alcuni quartieri, non solo centrali, e portato ad un arricchimento di infrastrutture, buone per i collegamenti con le periferie, che sono state rivalutate. Ma, in generale, l’andamento del mercato immobiliare in questa città resta più o meno stabile.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Chiara Compagnucci
pubblicato il