BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Impianti Fiat bloccati per 2 settimane: fermi 30mila addetti. Mancano gli ordini

Due settimane di stop per gli impianti Fiat. Calano gli ordini auto



Ferma la produzione in tutti gli stabilimenti Fiat della divisione auto dal 22 febbraio al 7 marzo. La misura adottata coinvolge circa 30mila addetti a Mirafiori, Melfi, Termini Imerese, Cassino, Pomigliano e la Sevel della Val di Sangro e si è resa necessaria in seguito alla mancanza di ordini a partire dai primi giorni di gennaio.

Perplessi i sindacati: “Paradossale: un giorno distribuiscono dividendi, l'altro annunciano la cassa integrazione”. E, nel frattempo, negli stabilimenti prosegue la mobilitazione dei lavoratori. Gli ordini di automobili calano e per tamponare le perdite tutti gli stabilimenti Fiat saranno tutti fermi per due settimane.

Dopo il periodo positivo di fine 2009, grazie all'effetto incentivi ancora non rinnovati dal Governo, ‘gli ordini che si stanno raccogliendo in Italia a gennaio si stanno drasticamente ridimensionando ad un livello ancora più basso di quello registrato a gennaio dell'anno scorso, quando il mercato era in grave crisi’, ha spiegato Gian Primo Quagliano direttore del Centro Studi Promotor a Motori24, e, ha continuato, ‘non è tanto il mancato rinnovo, quanto l'effetto attesa degli incentivi a danneggiare pesantemente la domanda di gennaio’.

Il danno per gli operatori è sicuramente molto forte, ma i segnali di ripresa dell'economia sono ancora molto deboli e non si può ipotizzare che possano fornire un significativo contributo al recupero del mercato dell'auto.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il