BusinessOnline - Il portale per i decision maker


Assicurazione Auto: scegliere in base alle proprie esigenze. Consigli

Le regole per scegliere la migliore assicurazione auto per le proprie esigenze



Al momento dell’acquisto o del cambio di un’auto è bene saper scegliere la giusta assicurazione e in un mercato libero come quello attuale è bene anche riuscire a valutare tutte le condizioni offerte dalle varie proposte per poter avere alla fine l’assicurazione che meglio si adatta alle proprie esigenze.

Con la liberalizzazione dei mercati, infatti, (avvenuta nel 1994 e recentemente regolamentata dal decreto legge Bersani) le assicurazioni, per essere maggiormente competitive sul mercato, hanno deciso di gestire autonomamente le proprie tariffe e di offrire ai clienti un'ampia gamma di scelta su prodotti assicurativi differenziati grazie a polizze con formule personalizzate.

La personalizzazione, che incide sul tipo di garanzie previste e sul costo annuale dell'RCA (Responsabilità Civile dell’Auto, cioè la copertura dei danni causati dal veicolo ad altri), è definito da diversi fattori, tra cui: il tipo di veicolo, le caratteristiche personali del richiedente (come età, sesso, professione), numero di sinistri accumulati, estensione della copertura verso il conducente del veicolo.

Prima della stipula di un contratto assicurativo RCA è bene anche informarsi sul costo dei premi assicurativi di più società in modo da capire quale sia la tariffa più vantaggiosa sul mercato ed è utile valutare non solo la tariffa applicata durante il primo anno, ma anche quella prevista per gli anni successivi.

Per capire quale assicurazione possa essere più adatta alle proprie esigenze, è bene seguire alcuni consigli, a partire dal confrontare i premi assicurativi delle differenti compagnie; richiedere preventivi gratuiti agli assicuratori contattati; al verificare che l'assicuratore abbia compreso appieno le esigenze esposte nella stesura del contratto; accertarsi di essere stati introdotti nel corretto livello di bonus; assicurarsi che la polizza includa l'estensione europea; valutare bene il massimale.

Il massimale è la soglia oltre cui l’assicurazione non copre più l’assicurato. Questo limite viene stabilito o al momento della stipula della polizza e non può essere inferiore a 774.685,35 euro (ossia un miliardo e mezzo delle vecchie lire) per legge. Dato che in caso di incidenti gravi tale cifra potrebbe non essere sufficiente a coprire i danni arrecati, per non dover risarcire di tasca propria il denaro oltre la soglia del massimale, spesso l'assicurato preferisce aumentare la cifra, prevista a contratto, del massimale pagando un premio assicurativo di poco più alto.

Per pagare meno, inoltre, si può, nella misura in cui si scelgano determinate condizioni quali assicurare il veicolo per la sola guida da parte dello stesso assicurato o escludendo che esso possa essere condotto da persone inferiori ad una certa età; ma, in caso di violazione di tali clausole, è possibile che l'assicurazione richieda all'assicurato un rimborso dei danni pagati per l'incidente avvenuto in condizioni non previste da contratto.

Per cui è bene definire prima della firma il tetto del massimale. Prima di firmare il contratto, dunque,sarà importante verificare insieme all'assicuratore che le opzioni scelte non risultino sfavorevoli per l'assicurato in caso di sinistro. Sono molti, comunque, anche i siti Internet che offrono un confronto per la scelta delle migliori assicurazioni. Basterà consultarli per capire quale sia la migliore da scegliere.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il