BusinessOnline - Il portale per i decision maker


Cessione del quinto: confronto con offerte prestiti personali

E' un finanziamento a tasso fisso per i dipendenti pubblici e privati con contratto a tempo indeterminato e per i pensionati.



E’ una particolare tipologia di prestito personale da estinguersi con cessione di quote dello stipendio fino al quinto dell'ammontare dell'emolumento valutato al netto di ritenute ed è un finanziamento a tasso fisso per i dipendenti pubblici e privati con contratto a tempo indeterminato e per i pensionati.

Si chiama Cessione del Quinto e non può superare il valore di 1/5 (cioè il 20%) dello stipendio mensile netto continuativo e la sua durata massima consentita è di 120 mesi, mentre la minima abitualmente non è inferiore ai 36 mesi.

Il termine massimo della durata non può, solitamente, eccedere il termine del rapporto di lavoro e il pensionamento e oggi è possibile l'accesso alla Cessione del Quinto dello stipendio anche da parte dei pensionati ed in questo caso la scadenza non può eccedere il 90esimo anno di età.

A questo prestito possono accedere tutte le categorie di lavoratori dipendenti, sia dello stato e del comparto para-statale che delle aziende private.

La particolarità di questa soluzione di finanziamento è che il rimborso avviene con trattenuta della rata direttamente in busta paga, per cui il rischio di insolvenza volontaria del debitore viene abbattuto, visto che, una volta dato il proprio consenso alla trattenuta in busta paga, il cedente non può più revocare il pagamento.

Da ciò deriva anche che, in virtù della forma tecnica del prodotto, è previsto il coinvolgimento del datore di lavoro nell'estinzione del finanziamento quale condizione fondamentale per l'erogazione del prestito.

Ciò significa che sarà il datore di lavoro a pagare la rata alla banca trattenendo contestualmente l'importo dalla busta paga del proprio dipendente.

Rispetto ai classici prestiti personali, la Cessione del Quinto presenta fra i vantaggi la rapidità nella valutazione ed erogazione (importi in 24/48 ore); la necessità di pochi documenti richiesti (busta paga, modello cud, certificati di stipendio); somme erogabili generalmente più elevate rispetto ai prestiti personali; è concesso anche a protestati, pignorati o cattivi pagatori; non vengono considerati altri prestiti in corso se la rata non è in busta paga e presenta due coperture assicurative, rischio vita e rischio impiego.

I prestiti personali invece hanno il rimborso tramite RID bancario perchè il datore di lavoro non viene coinvolto, vengono concessi a patto che la somma di tutti i finanziamenti non superi il 35-40% del reddito complessivo del richiedente, i tempi sono più lungi a causa di controlli aggiuntivi (7/15 giorni) e la documentazione richiesta maggiore.

PUBBLICITA' TESTUALE----------> cerchi una società affidabile, veloce , sicura con le migliori rate ai migliori tassi sul mercato?
Con un operatore telefonico che ti risponde in 24 ore senza impegno a qualsiasi tua domanda dopo che hai mandato la richiesta  ?
Clicca qui:
http://www.prestitioffline.it/contaclick.asp?NID=4

I migliori Prestiti personali senza busta paga e finanziamenti DICEMBRE 2016. In questo articolo proponiamo i migliori finanziamenti senza bisogno di presentare la busta paga e senza garanzie, ma anche prestiti personali, finanziamenti per attività e liberi professionisti con bassi tassi d'interesse.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marcello Tansini
pubblicato il