BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Comprare casa: notaio gratis per consulenze e consigli su compromesso e proposta

Consulenze gratuite da parte dei notai per chi desidera acquistare una nuova casa. Consigli da seguire



Consulenze gratuite da parte dei notai per chi decide di acquistare una nuova casa. Il 17 febbraio scorso presso l’Urban Center di Milano è partito il ciclo di incontri aperti curati dal Consiglio Notarile di Milano, cui seguiranno altre giornate durante le quali verranno affrontate le novità che riguardano la loro professione in merito alle esigenze dei clienti per quanto riguarda consulenze e acquisti di case, l’edilizia economico popolare, l'acquisto di loft e sottotetto, le tasse da pagare.

Gli altri incontri in programma si terranno a Bari il prossimo 12 marzo, e poi a Roma e Verona. Gli incontri saranno mirati soprattutto alle novità circa compromessi e proposte per le nuove case e offriranno i consigli dei notai su tutto quello a cui fare attenzione al momento della sottoscrizione di una proposta di acquisto, a partire dalla scelta dell'intermediario.

Innanzitutto, è sempre consigliabile rivolgersi ad un agente di fiducia, perché il primo pagamento è effettuato proprio all’agente, che tiene in deposito la caparra per poi consegnarla al venditore solo nel caso in cui quest’ultimo accetti la proposta di acquisto; è necessario poi leggere attentamente la proposta e farla eventualmente verificare da un professionista (anche dal notaio) che ha la competenza necessaria per esaminare eventuali clausole svantaggiose o sospette per il compratore.

La proposta di acquisto, infatti, è irrevocabile, quindi non è più possibile per il compratore tornare sui propri passi. Bisogna , inoltre, fare attenzione al fatto che la proposta contenga l’ammontare e le modalità di pagamento delle provvigioni dovute all’agente immobiliare, per evitare spiacevoli sorprese successivamente, e verificare se la stessa contenga la dichiarazione di chi vende in merito all’assenza di vincoli sul bene o l’indicazione dell’esistenza di un’ipoteca.

La proposta deve contenere, inoltre, la dichiarazione del venditore sulla conformità urbanistica della casa, in modo che il compratore abbia certezza che non si tratti di un immobile (in tutto o in parte) abusivo e la dichiarazione sullo stato degli impianti (elettrici, di riscaldamento, etc.).
 

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il