Assicurazioni per le aziende: fatte al meglio aiutano ad avere finanziamenti

Una maggiore copertura assicurativa per un miglior accesso al credito. Lo studio Ania



Una maggiore copertura assicurativa per garantire un miglior accesso al credito: questa è l’ultima tendenza che emerge da uno studio Ania, secondo cui cresce il numero di Pmi con copertura assicurativa, anche se ancora in maniera contenuta: su dieci polizze, in media 3,4 sono stipulate da Pmi.

E’ stato il presidente dell'Ania (Associazione nazionale delle imprese assicuratrici), Fabio Cerchiai, a sottolineare l'importanza per le imprese di assicurarsi e garantirsi così un miglior accesso al credito. Dallo studio condotto, infatti, emerge che, a parità di dimensione, localizzazione geografica e settore di attività economica, le imprese con maggiore copertura assicurativa ottengono dalle banche tassi più bassi e riescono ad ottenere credito da un numero maggiore di istituti.

La maggioranza delle Pmi, invece, ha un'assicurazione che non copre più di tre rischi, solo il 14% ne ha una contro più di cinque rischi, il 14% delle imprese non ha un'assicurazione contro incendio e danno, il 69% delle Pmi prese in esame non ha un'assicurazione contro il furto (64% per le aziende con meno di 15 addetti), il 33% non è assicurato verso terzi (42% per le imprese con meno di 15 addetti), mentre la quasi totalità (90%) non è assicurata contro rischi ambientali.

Oltre il 70% delle Pmi dichiara, inoltre, di non assicurarsi perchè ritiene di avere una bassa esposizione ai rischi assicurabili, mentre il 10% afferma che alcune coperture non gli sono mai state proposte. Per accedere ad sistema creditizio migliore e che assicuri garanzie alle Pmi sarebbe, dunque, giusto allora iniziarsi ad informarsi meglio su quali possano essere le possibilità offerte ad esse per tutelarsi.

Ti è piaciuto questo articolo?





Vuoi rimanere aggiornato su argomenti simili?

Inserisci la tua email qui:

Accetto la Privacy Policy

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione



Commenta la notizia
di Chiara Compagnucci Fonte: pubblicato il