BusinessOnline - Il portale per i decision maker

Antitrust e Google: accordo per news e guadagni

Si chiude la diatriba fra Google e l’Antitrust: i nuovi impegni



Si chiude la diatriba fra Google e l’Antitrust, che ha accettato gli impegni del motore di ricerca in merito alla questione del rapporto tra contenitore e contenuto di Google News.

Ma l’Autorità ha chiedesto alle istituzioni un adeguamento delle normative sul diritto d’autore, che necessitano di un aggiornamento considerando la radicale crescita di Internet e dei suoi servizi. Una notizia importante perché potrebbe condizionare anche il futuro della diffusione delle news online.

Nel frattempo, la questione con l’Antitrust si è chiusa nel momento in cui Google ha assicurato che consentirà agli editori di rimuovere o selezionare i contenuti presenti su Google News Italia, che renderà note agli editori le quote di ripartizione dei ricavi che determinano la remunerazione degli spazi pubblicitari, e che rimuoverà il divieto di rilevazione dei click da parte delle imprese che veicolano pubblicità con la sua piattaforma.

Il motore di ricerca garantisce, inoltre, il mantenimento di un software separato per Google News che dà agli editori la possibilità di decidere quali contenuti giornalistici rendere utilizzabili su Google News, senza pregiudicarne l'indicizzazione sul motore di ricerca Google Web Search. Gli editori, cioè, potranno agire sulle news pubblicate, per rimuovere o selezionare i contenuti e, infine, sarà anche rimosso il divieto di rilevazione delle letture degli articoli da parte degli utenti.

Inoltre, la filiale italiana del gruppo si è impegnata a rendere trasparente la gestione del programma AdSense, la piattaforma di raccolta pubblicitaria gestita da Google che favorisce l'interazione degli inserzionisti con gli editori. Ricordiamo che qualche mese fa l’Antitrust aveva aperto un’indagine su Google per posizione dominante in merito al rapporto tra Google News e le notizie degli organi di stampa e network online e il colosso di Mountain View si era subito detto disposto a collaborare.

Ti è piaciuto questo articolo?










Commenta la notizia
di Marcello Tansini pubblicato il