BusinessOnline - Il portale per i decision maker

Auto elettriche: Mercedes e Abb per le auto del futuro. Polo a Guasticce cinese e Ionity

Una multinazionale cinese ha puntato lo sguardo su una zona di Livorno a Guasticce per la costruzione di un polo per l'assemblaggio di auto elettriche destinate al mercato del car sharing. E l'auto del futuro tra Abb e il suo numero uno Spiesshofer e Mercedes

Auto elettriche: Mercedes e Abb per le a

Auto elettriche: Mercedes e Abb



C'è un grande player che potrebbe presto affacciarsi nel mercato delle auto elettriche con tutto il suo carico di innovazione e di know how. Non c'è ancora nulla di definito, sia chiaro, ma le indiscrezioni iniziano a essere più insistenti. Si tratta di Mercedes, intenzionata a ingrossare il budget destinato al comparto. Che qualcosa di concreto si sia già mosso è dimostrato dai 750 milioni di dollari in investimenti previsti che la casa di Stoccarda ha messo sul piatto insieme ai cinesi di Baic per costruire auto a batterie e infrastrutture di ricarica. Verrebbe da dire che quando ci sono di mezzo i tedeschi, le tabelle di marcia vengono rispetta rigorosamente e in questo caso la data di avvio dell'operatività è fissata nel 2020. Ma si tratta solo del tassello di un mosaico più ampio che include anche i Suv elettrici di lusso di Daimler-Mercedes.

E se il problema è come al solito quello della durata della batteria legata all'alimentazione, Mercedes scommette sui pannelli fotovoltaici da installare sul tetto delle vetture, ma anche sulle batteria di accumulo domestiche e le colonnine di ricarica nel garage.

Abb punta tutto sulle auto elettriche

In un periodo in cui si parla con sempre maggiore vigore della salvaguardia del clima, come dimostrato dalla Conferenza sui cambiamenti climatici COP23 a Bonn, arriva una decisa apertura sulla diffusione delle auto elettriche da pate di Ulrich Spiesshofer, numero uno di Abb, la multinazionale dell'energia e dell'automazione di Zurigo. Sono tanti gli spunti di interesse nel suo intervento pubblico a COP23, a iniziare dall'importanza di insistere nello sviluppo di nuove tecnologie e soluzioni per aumentare la durata della batteria. Si tratta infatti dell'aspetto più delicato ovvero della principale barriera all'acquisto di massa. Ma per Spiesshofer, la ricarica flash che ha ridotto i tempi fino a 14 minuti rappresenta un rielvante passo avanti rispetto alla ricarica notturna della prima generazione di auto elettriche.

Rivoluzione culturale e incentivi

Il secondo punto strettamente legato al primo è quello della diffusione di stazioni per la ricarica ed equipaggiate con numero adeguato di colonnine. Il loro aumento è legato al maggior numero di auto elettriche: c'è insomma interdipendenza tra le parti, ma come evidenziato dal presidente Abb, questo è il punto in cui i responsabili politici possono rendere possibile un enorme salto in avanti nella diffusione della mobilità elettrica. E qui arriva la prima stilettata: i progressi sono stati lenti se, come rilevato dall'European Alternative Fuels Observatory, in tutta l'Unione europea sono presenti solamente circa 120.000 stazioni di ricarica non residenziale. Se nel lungo periodo quella delle auto elettriche è una vera e propria rivoluzione culturale, nel breve periodo, il passaggio a un diverso tipo di mobilità è strettamente legato a un politica di incentivi.

E i cinesi sono sempre sul pezzo, anche in Italia

In primissima fila nel comparto delle auto elettriche ci sono anche i cinesi. E fin qui nulla di nuovo. Ma ecco che la multinazionale Zhidou Co Ltd ha puntato lo sguardo su una zona di Livorno, a Guasticce per l'esatezza,  per la costruzione di un polo per l'assemblaggio di auto elettriche destinate al mercato del car sharing. Si tratta di una società impegnata nella costruzione di veicoli elettrici, la cui casa madre è impegnata nella ricerca, sviluppo, produzione e vendita di mezzi di trasporto eco-compatibili. Insomma, l'ennesima dimostrazione di un mercato che cresce e dalle ampie prospettive.

Ti è piaciuto questo articolo?










Commenta la notizia
di Luigi Mannini pubblicato il