BusinessOnline - Il portale per i decision maker

Energia, il futuro è nell'elettrificazione dal World Energy Outlook

L'elettrico sta crescendo in maniera graduale ma costante e si sta realmente affiancando all'attuale generazione di alimentazione. Ma per la sostituzione è ancora presto.

Energia, il futuro è nell'elettrific

Energia, il futuro è nell'elettrificazione



Come previsto, sono numerose le indicazioni interessanti che arrivano dal World Energy Outlook, il consueto tradizionale rapporto sull'energia. Alcune, in realtà, sono solo conferme, come quella sulla tendenza della crescita del mercato delle auto elettriche, ma non in misura tale da poter celebrare il funerale del petrolio. Tuttavia la rotta è stata tracciata e resta solo da capire quando saranno tagliati i prossimi traguardi. Il futuro appartiene all'elettrificazione, come hanno confermato e ascoltato nei vari interventi all'Eni alla presenza il direttore esecutivo dell'Agenzia internazionale dell'energia Fatih Birol, i ministri italiani dello Sviluppo economico e dell'Ambiente Carlo Calenda e Gianluca Galletti, e l'amministratore delegato di Eni Claudio Descalzi.

Sì all'elettrificazione, ma anche a petrolio

Come premesso, nessun dubbio che il futuro sia nell'elettrificazione, ma guai a pensare che per il petrolio siamo arrivati alle battute finale. Sono le quote diffuse al World Energy Outlook 2017 a evidenziarlo: gli Stati Uniti rappresenteranno l'80% dell'aumento della produzione petrolifera mondiale fino al 2025 e mantengono una spinta al ribasso sui prezzi nel breve termine. Significa, come si legge nel testo, che l'era del petrolio è destinata a durare ancora un bel po'. Occorre dunque fare i conti con un mondo che cambia e lo fa anche in fretta, quasi senza che ce ne accorgiamo. Ci sarà un giorno in cui vedremmo più auto elettriche che alimentate con i mezzi tradizionali alimentati. E il tutto sta avvenendo in maniera costante e quasi ineluttabile. Dalle parte dell'International Energy Agency, i dubbi sono realmente pochi.

World Energy Outlook 2017: i cambiamenti

Insomma, l'elettrico si affiancherà e non sostituirà l'attuale generazione di alimentazione. Nella versione finale del documento viene anche ricordato come la produzione a stelle e strisce di tight oil aumenta di 8 milioni di barili al giorno tra il 2010 e il 2025. Sono allora vari le coordinate del sistema energetico mondiale che secondo il World Energy Outlook 2017:

  1. l'eolico, mentre i costi delle batterie sono diminuiti del 40%;
  2. la resilienza dello shale gas e del tight oil negli Stati Uniti, che conferma il loro ruolo di maggiore produttore mondiale di petrolio e gas anche in un contesto di prezzi bassi;
  3. la rapida diffusione e i costi decrescenti delle tecnologie energetiche pulite. Nel 2016, l'aumento della capacità installata di solare fotovoltaico è stato superiore a quello di qualsiasi altra fonte; dal 2010, i costi delle nuove installazioni si sono ridotti del 70% per il solare fotovoltaico e del 25% per
  4. la crescente elettrificazione dei consumi energetici finali. Nel 2016 la spesa dei consumatori per l'energia elettrica a livello mondiale ha quasi equiparato quella per i prodotti petroliferi;
  5. la transizione verso un'economia più orientata ai servizi e verso un mix energetico più pulito in Cina, il più grande consumatore mondiale di energia.

Non poteva mancare un riferimento alla Cina che sta entrando in una nuova fase di sviluppo e la sua politica energetica è oggi incentrata su elettricità, gas naturale e tecnologie più pulite, ad alta efficienza e digitali.

Ti è piaciuto questo articolo?










Commenta la notizia
di Chiara Compagnucci pubblicato il