BusinessOnline - Il portale per i decision maker

Maturità 2017: tracce, titoli aggiornamento in tempo reale italiano prova esami di stato e titoli più gettonati

Sono ore di attesa in vista degli esami di maturità 2017, ma anche di ricerca della possibile tracce di italiano assegnate dal Miur.

Maturità 2017: tracce, titoli aggiorname

Maturità 2017: titoli più gettonati



Tutto pronto per la prova di italiano degli esami di maturità 2017. L'appuntamento è per mercoledì 21 giugno, ma è naturalmente già scattato il toto tracce. Al via la caccia ad aggiornamenti e notizie verosimili sulle scelte del Ministero dell'Istruzione ovvero tracce e titoli. Quali sono i possibili temi assegnati? Il punto di partenza è rappresentato dalle modalità di svolgimento degli esami. Gli studenti possono scegliere tra analisi e commento di un testo letterario, saggio breve o articolo di giornale, tema storico o tema di attualità. Tra gli autori più chiacchierati in questo periodo di viglia ci sono Eugenio Montale, Giovanni Pascoli, Giuseppe Ungaretti, Umberto Saba, Salvatore Quasimodo, Giosuè Carducci. Ma per esperienza invitiamo come sempre ad andarci cauti.

Maturità 2017: titoli più gettonati

I maturandi possono scegliere tra 4 tipologie di tracce: l'analisi e il commento di un testo letterario, il saggio breve o l'articolo di giornale, il tema storico o il tema di attualità. Ebbene, se tra gli autori che potrebbero essere scelti ci sono Giovanni Pascoli, Giuseppe Ungaretti, Eugenio Montale, Giosuè Carducci, Umberto Sala, Salvatore Quasimodo, se non altro perché è da molto tempo che molti di loro non vengono selezionati dal Ministero dell'Istruzione, fra gli argomenti di attualità che vanno per la maggiore ci sono il terrorismo dell'Isis alle porte di casa, le elezioni presidenziali negli Stati Uniti che hanno visto la vittoria del tycoon Donal Trump, la questione dell'immigrazione, la cosiddetta antipolitica e l'uscita della Gran Bretagna. E siccome nulla viene assegnato per caso agli esami di maturità, attenzione alle ricorrenze del 2017, tra cui

  1. la guerra dei 6 giorni;
  2. il Premio Nobel a Dario Fo; dell'avvio del protestantesimo di Martin Lutero;
  3. la morte di Andy Warhol, maestro della pop art;
  4. la prima trasvolata in solitario di Charles Lindbergh;
  5. la morte di Madre Teresa di Calcutta;
  6. l'approvazione del primo farmaco per combattere il virus dell'HIV;
  7. la messa in onda del primo episodio della soap opera Beautiful;
  8. la morte della principessa Diana;
  9. la costruzione del Golden Gate di San Francisco;
  10. il lancio sul mercato della prima generazione di iPhone;
  11. l'arresto di monsignor Paul Marcinkus, coinvolto nello scandalo del crack del Banco Ambrosiano;
  12. la guerra del Biafra;
  13. la prima puntata dei Simpsons;
  14. la rivoluzione d'ottobre, fase finale della rivoluzione russa.

A conoscere i contenuti delle prove saranno in due: lo stesso ministro e un solo dirigente. E solo 30 minuti prima dell'inizio degli scritti, sarà rivelata la password per accedere ai compiti da sottoporre agli studenti. Possono partecipare all'esame di Stato 2017 anche gli alunni delle scuole statali e paritarie ammessi alla abbreviazione per merito. E poi, nella regione Lombardia, gli studenti in possesso del diploma di Tecnico conseguito nei percorsi di IeFP che hanno positivamente frequentato il relativo corso annuale. Il direttore generale o il dirigente preposto all'Ufficio scolastico regionale, sulla base dell'elenco dei candidati presentato da ciascuna istituzione formativa presso la quale questi studenti hanno frequentato il corso, ne dispone l'assegnazione a classi di istituto professionale statale, per la necessaria valutazione dei risultati finali in vista dell'ammissione all'esame di Stato.

L'ammissione alla maturità 2017 viene deliberata in sede di scrutinio finale dal consiglio della classe dell'istituto professionale al quale questi studenti sono stati assegnati in qualità di candidati interni, sulla base di una relazione analitica, organica e documentata fornita dalla istituzione formativa che ha erogato il corso. In tale relazione sono evidenziati il curriculum formativo, le valutazioni intermedie e finali dei singoli candidati, il comportamento e ogni altro elemento ritenuto significativo ai fini dello scrutinio finale. I candidati ammessi all'esame sono considerati a tutti gli effetti candidati interni e la classe-commissione alla quale sono assegnati, sul piano organizzativo, si configura come articolata.

Ti è piaciuto questo articolo?










Commenta la notizia
di Chiara Compagnucci pubblicato il