BusinessOnline - Il portale per i decision maker

Paypal diventa una carta di credito universale utilizzabile su tutti i siti come una Mastecard

Per ogni acquisto verrà generato automaticamente un numero di carta di credito univoco che verrà ricosciuto dal circuito Mastecard



La nuova funzionalità, chiamata PayPal Secure Card, permette agli utenti di utilizzare il proprio conto anche sui siti di e-commerce che non supportano la piattaforma proprietà di eBay dal 2002. Per ogni acquisto, infatti, verrà generato automaticamente un numero di carta di credito univoco permettendo la transizione a chiunque accetti carte di credito del circuito MasterCard.

La nuova applicazione sarà disponibile a partire dal 20 novembre, solo per gli Stati Uniti, ma verrà presto ampliato anche a livello internazionale. Inizialmente, il generatore che crea il numero di carta di credito associato al conto PayPal sarà compatibile solo con sistemi operativi Windows; per utilizzare Secure Card, sarà sufficiente scaricare un plug-in per il proprio browser (Internet Explorer o Firefox). Il test dell'applicazione è durato oltre un anno e ha coinvolto 3 milioni di utenti PayPal.

Grazie alla partnership stretta con MasterCard – con cui già ha collaborato anche per il servizio PayPal Plus Credit Card –, PayPal allarga i propri orizzonti, eliminando l'unico limite che finora ne ha circoscritto l'influenza. Nonostante sia la piattaforma di pagamento più usata con oltre 150 milioni di utenti (di cui 37 milioni sono stati attivi in questo ultimo anno), non tutti i siti permetto transizioni utilizzando PayPal. Con l'introduzione dei Secure Card, si garantisce invece la possibilità di gestire tutte le transizioni di denaro attraverso un unico conto depositato su PayPal.

La mossa di PayPal si inserisce in un panorama ricco, soprattutto in vista degli acquisti compulsivi di Natale; non a caso, l'annuncio giunge alle soglie delle feste invernali, anche per quanto riguarda la strategia rispetto al concorrente Checkout. Finora Google non ha guadagnato mai nulla sulle singole transizioni economiche tramite Checkout, ma il 31 dicembre terminerà questa prima fase e inizierà a fare pagare le prime commissioni.

Ti è piaciuto questo articolo?










Commenta la notizia
di Marcello Tansini Fonte: pubblicato il