BusinessOnline - Il portale per i decision maker

PayPal supera American Express e lancia tre servizi nuovi

Il sistema di pagamenti PayPal si trova in un trend ascendente grazie alla sua facilità d'uso e alla capacità di innovare con l'introduzione di nuovi servizi.

PayPal supera American Express e lancia

PayPal supera American Express



Il sorpasso è stato consumato e rappresenta una svolta nel mercato: PayPal si lascia American Express alle spalle in termini di capitalizzazione di mercato e può adesso guardare anche oltre, ai giganti di Wall Street. L'ascesa non deve sorprendere perché il servizio che permette di effettuare pagamenti online in piena sicurezza è stato in grado di mantenere credibilità in un periodo in cui i casi di truffe e di crimini sul web sembrano in costante ascesa. Ma ci sono anche altre due ragioni alla base del successo. In prima battuta c'è la facilità d'utilizzo, considerando come sia sufficiente un indirizzo di posta elettronica per effettuare o ricevere un pagamento. In seconda battuta, PayPal si evolve e non rinuncia all'innovazione, come dimostrato dai servizi lanciati di recente che allargano la sfera d'utilizzo.

Nuovi servizi per PayPal

Succede allora che PayPal sta raccogliendo i frutti delle acquisizioni multimilionari di imprese specializzate in servizi finanziari, come i trasferimenti cross-border, i prestiti a piccole società e i versamenti per le bollette, e di altri preziosi strumenti che gli utenti danno ormai per scontato. Definirlo un semplice sistema di pagamenti sul web è ormai riduttivo, tenendo conto che ha conquistato un suo spazio nelle transazioni mobile e lanciato progetti di nuove piattaforme tecnologiche. Tanto per fare un esempio, PayPal consente adesso di ricaricare il credito telefonico proprio e di qualunque altro utente, indipendentemente dal gestore telefonico di riferimento. Si tratta di una comodità non di poco conto, considerando che il numero delle transazioni è soggetto a un trend crescente.

Il secondo servizio da segnalare è l'adesione di PayPal alla piattaforma pagoPA con cui pagare tributi, tasse, utenze, rette, quote associative, bolli e qualsiasi altro versamento verso le pubbliche amministrazioni centrali e locali, ma anche verso altri soggetti, come le aziende a partecipazione pubblica, le scuole, le università, le Asl. Ancora più precisamente, PayPal permette adesso di effettuare pagamenti verso tutti gli enti pubblici, le società a controllo pubblico e verso società private che forniscono servizi al cittadino purché aderenti a pagoPA. Infine, si segnala lo sbarco di Instant Transfer su PayPal sotto forma di app per smartphone e tablet Android. Seppur attivo per ora solo negli Stati Uniti, l'operazione consente di effettuare trasferimenti in denaro nel giro di pochi minuti, in maniera praticamente istantanea.

Il segreto della facilità d'utilizzo

E a proposito di facilità d'uso, il sistema di pagamento è strutturato in modo tale da essere portati in automatico all'account personale PayPal. Basta inserire i dati di accesso, autorizzare il pagamento e il gioco è fatto. Al termine dell'operazione viene ricevuta una mail di conferma. Ci sono però due errori che possiamo commettere inviando denaro tramite PayPal: inserire una somma diversa da quella che intendevamo o un indirizzo di posta elettronica non corretto. In entrambi i casi l'importante è accorgersi dell'errore e agire velocemente per rimediare. Accediamo prima di tutto al conto ed entriamo nella Cronologia. Se la transazione non è stata ancora completata, accanto a essa troviamo il pulsante Annulla. Premiamolo e tutto sarà risolto. Se chi riceve ha già incassato il denaro, la questione è più complessa: dobbiamo contattarlo all'indirizzo email indicato e chiedere il rimborso che può avvenire entro 180 giorni, scaduti i quali possiamo aprire un contenzioso. I pagamenti non riscossi sono annullati in automatico dopo 30 giorni.

Ti è piaciuto questo articolo?










Commenta la notizia
di Chiara Compagnucci pubblicato il