BusinessOnline - Il portale per i decision maker

Fifa 18 demo: prova e commenti utenti su miglioramenti, problemi, peggioramenti

Le sensazioni della prima demo dei Fifa 18 per PlayStation 4 e Xbox One sono positive e l'auspicio è di un maggiore coinvolgimento della versione finale.

Fifa 18 demo: prova e commenti utenti su

Fifa 18 demo: prova e commenti



Con il rilascio della prima demo di Fifa 18, sono diventate più chiare le intenzioni di Electronic Arts nello sviluppo del suo simulatore di calcio. Anticipiamolo subito: le premesse sono positive. Nonostante a disposizione ci siano due sole modalità di gioco per PlayStation 4 e Xbox One ovvero Kick-Off per le partite offline e la modalità Il Viaggio per testare il ritorno di Alex Hunter, le condizioni per riuscire a fare centro anche quest'anno sono evidenti. Se da una parte il livello di gameplay è stato portato un po' più in su, dall'altra il grande impatto visivo di Fifa 18 non lascia indifferenti. Nulla è stato lasciato al caso e la combinazione tra innovazione ed elementi dal successo certificato è ben riuscita. Naturalmente il responso definitivo arriverà il 29 settembre, giorno del lancio sul mercato di Fifa 18 per PlayStation 4 e Xbox One, per PlayStation 3 e Xbox 360, Nintendo Switch e PC, ma i primi giudizi su miglioramenti, problemi e peggioramenti sono pronti.

Fifa 18: si ricomincia da un nuovo viaggio

Vale allora la pena spendere qualche parola iniziale sul sequel della modalità Il Viaggio, di cui si ha una prima dimostrazione già con questa demo. Ebbene, se c'è un seguito credibile nella narrazione è l'interesse che grandi squadre manifesteranno nei confronti di Alex Hunter. Si tratta dunque del naturale seguito, anche se è francamente mancato quell'atteso salto di qualità legittimamente messo in conto. Le modalità di gioco sono rimaste le stesse. Ma è naturalmente dalle partite offline che emergono le novità e i miglioranti di Fifa 18 rispetto al suo predecessore. Sono complessivamente 12 le squadre con cui iniziare a prendere confidenza con il gioco: Manchester United, Manchester City, Real Madrid, Atletico Madrid, Juventus, Bayern Monaco, Paris Saint-Germain, Los Angeles Galaxy, Toronto FC, Boca Juniors, C.D. Guadalajara, Vissel Kobe.

Ebbene, due degli aspetti che balzano subito all'occhio in sede di recensione di Fifa 18 è il maggiore realismo nella fase offensiva ovvero nel più ampio ventaglio di opzioni a disposizione dei giocatori per articolare l'azione d'attacco e cercare la via del gol. Il secondo aspetto coinvolge invece il pacchetto arretrato con l'innalzamento del livello medio di intelligenza artificiale. Significa che i difensori riescono ad anticipare i movimenti degli avversari chiudendo gli spazi. Più in generale, i movimenti sono armonici e la difesa si muove con un blocco unico in cui ogni calciatore conosce gli spostamenti dei compagni di reparto.

E naturalmente Electronic Arts ha portato più in su il livello grafico generale, dentro e fuori il rettangolo di gioco. Basta dare un'occhiata al Santiago Bernabeu, lo stadio del Real Madrid, alla Bombonera del Boca Juniors, allo StubHub Center dei Los Angeles Galaxy o al King Fahd Stadium di Riyad, in Arabia Saudita. Si tratta dei quattro stadi messi a disposizioni della demo di Fifa 18. Tanto per farsi un'idea del livello di cura, gli spettatori sugli spalti degli impianti di gioco non si muovono più uniformemente ma a gruppi separati. E poi ci sono la maggiore verosimiglianza dei volti dei calciatori alle controparti reali, il rinnovato sistema di illuminazione e nuovi effetti climatici.

Fifa 18 anche per PC

Ricordando che il nuovo capitolo del titolo di simulazione calcistica di Electronic Arts finirà a scaffale il 29 settembre, Electronic Arts ha comunicato i requisiti minimi e consigliati per cimentarsi con Fifa 18 per PC. Con DirectX 12, quelli minimi sono

  1. sistema operativo Windows 10 a 64-bit
  2. CPU: Intel i3 6300T o equivalente (5,199) - Intel i3 4340 (5,226) e Intel i3 4350 (5,302) in alternativa
  3. RAM: 8 GB
  4. Spazio libero su disco rigido: 50 GB
  5. Schede video minime supportate: NVidia GeForce GTX 660 (4,116) 2 GB o equivalente

Quelli consigliati sono invece

  1. sistema operativo Windows 10 a 64-bit
  2. CPU: Intel i3 6300T o equivalente (5,199) - Intel i3 4340 (5,226) e Intel i3 4350 (5,302) in alternativa
  3. RAM: 8 GB
  4. Spazio libero su disco rigido: 50 GB
  5. Schede video minime supportate: NVidia GeForce GTX 670 o AMD Radeon R9 270X

Ti è piaciuto questo articolo?










Commenta la notizia
di Chiara Compagnucci pubblicato il