Agevolazioni e detrazioni spese condominiali per disabili con legge 104 nel 2022

Quando si parla di spese condominiali, anche in relazione alle agevolazioni e detrazioni con la legge 104, si fa innanzitutto riferimento agli oneri di comproprietà.

Agevolazioni e detrazioni spese condomin

Legge 104, quali sono le agevolazioni per le spese condominiali?

Le spese condominiali possono essere detratte se riguardano parti comuni dell'edificio. In ogni caso devono essere riferite all'anno in cui l'amministratore di condominio ha sostenuto effettivamente questi costi. Dopodiché la detrazione è fruibile per ogni condomino in relazione alla quota di spesa spettante ed è fissata in percentuali specifiche in base alla tipologia di intervento.

Le spese condominiali servono a finanziare la manutenzione dell'immobile. Sono dovuti da tutti i comproprietari. Ci sono due tipi di spese: spese generali e spese speciali.

Le quote di comproprietà sono votate in assemblea generale. Ma cosa prevedono le disposizioni vigenti in relazione alla legge 104? Quali sono le agevolazioni ammissibili in base alle norme per l'assistenza, l'integrazione sociale e i diritti delle persone disabili? Approfondiamo quindi:

  • Legge 104, quali sono le agevolazioni per le spese condominiali?

  • Spese condominiali di vario tipo per agevolazioni e detrazioni

Legge 104, quali sono le agevolazioni per le spese condominiali?

A norma di legge, la persona disabili è colui che presenta una minorazione fisica, psichica o sensoriale, stabilizzata o progressiva, che è causa di difficoltà di apprendimento, di relazione o di integrazione lavorativa e tale da determinare un processo di svantaggio sociale o di emarginazione.

La stessa legge 104 prevede il diritto alle prestazioni stabilite in suo favore in relazione alla natura e alla consistenza della minorazione, alla capacità complessiva individuale residua e alla efficacia delle terapie riabilitative.

Secondo le disposizioni in vigore, le spese condominiali possono essere detratte se riguardano parti comuni dell'edificio. In ogni caso devono essere riferite all'anno in cui l'amministratore di condominio ha sostenuto effettivamente questi costi. Dopodiché la detrazione è fruibile per ogni condomino in relazione alla quota di spesa spettante ed è fissata in percentuali specifiche in base alla tipologia di intervento.

Infine, sono gli interventi di riqualificazione energetica del condominio, quelli di manutenzione ordinaria, di manutenzione straordinaria, di restauro e risanamento conservativo effettuati sulle parti comuni condominiali e quelli di ristrutturazione edilizia effettuati sulle parti comuni condominiali accessibili alla detrazione delle spese condominiali.

L'importo delle spese straordinarie è fissato dall'assemblea generale. Tali spese vengono votate contestualmente ai lavori. In altre parole, quando si vota, lo si fa contemporaneamente per l'importo e la modalità di pagamento di quest'opera.

Spese condominiali di vario tipo per agevolazioni e detrazioni

Quando si parla di spese condominiali, anche in relazione alle agevolazioni e detrazioni con la legge 104, si fa innanzitutto riferimento agli oneri di comproprietà si dividono in oneri generali e oneri speciali. Gli oneri generali sono quelli relativi all'amministrazione, manutenzione e conservazione dell'immobile.

Esempi sono gli onorari dell'amministratore di condominio, i costi relativi all'organizzazione dell'assemblea generale, la pulizia delle aree comuni, la rimozione dei rifiuti, il rifacimento delle facciate e il rifacimento dei tetti. Le spese generali sono distribuite equamente tra i comproprietari in proporzione alla loro quota. Gli oneri speciali sono quelli corrispondenti ai servizi collettivi e alle attrezzature comuni, come le spese di sicurezza e pulizia, manutenzione della caldaia collettiva o dell'ascensore.

La ripartizione degli oneri speciali è subordinata all'utilizzo da parte dei comproprietari di servizi e strutture collettive. Le quote di comproprietà sono votate in assemblea generale nel quadro del bilancio provvisorio. L'obiettivo del bilancio di previsione è quello di prevedere la spesa per l'anno relativa alle parti comuni e alle attrezzature. Tutti gli oneri relativi alle spese di natura corrente figurano nel bilancio di previsione. Il bilancio provvisorio viene votato in una volta sola.

Per le spese eccezionali, come l'installazione di un ascensore, le cose sono diverse. Non compaiono nel bilancio provvisorio e vengono votati uno per uno contemporaneamente all'opera. Gli oneri condominiali previsti nel bilancio preventivo sono finanziati dai comproprietari mediante il versamento delle provvigioni all'amministratore di condominio.

Quando si parla di costo dei condomini Ciò include concessioni e riduzioni ai sensi della legge 104. In primo luogo, ci riferiamo ai costi di proprietà comuni.





Autore: Chiara Compagnucci
pubblicato il