Anticipo Tfr tutti i casi in cui si può richiedere

Quali sono i casi in cui è possibile richiedere anticipo Tfr e i quali percentuali viene concesso: condizioni necessarie per fare richiesta

Anticipo Tfr tutti i casi in cui si può

Quali sono i casi in cui è possibile richiedere un anticipo del Tfr?

L’anticipo del Tfr, Trattamento di fine rapporto, può essere richiesto solo da lavoratori dipendenti che abbiano maturato determinati requisiti e solo i specifici casi come importanti spese sanitarie o mediche da sostenere o per acquisto o ristrutturazione prima casa per sè stessi o per i figli o anche per ulteriori motivi personali.

Quali sono casi e motivi per cui è possibile richiedere un anticipo del Tfr? Il Tfr, Trattamento di fine rapporto, è una somma di denaro che viene corrisposta a tutti i lavoratori dipendenti al momento della cessazione del rapporto di lavoro e per cui viene ogni mese accantonata una determinata quota.

Il Tfr viene erogato al lavoratore, dunque, solo nel momento in cui si conclude un rapporto di lavoro, che sia per raggiungimento dell’età pensionabile, o per licenziamento, o per dimissioni. Esistono, però, dei casi particolari in cui i lavoratori hanno la possibilità di chiedere al proprio datore di lavoro un anticipo del Tfr. Vediamo quali sono e come fare.

  • Anticipo Tfr tutti i casi in cui si può richiedere
  • Chi può richiedere anticipo Tfr
  • Anticipo Tfr quanto si può richiedere

Anticipo Tfr tutti i casi in cui si può richiedere

I casi in cui un lavoratore dipendente ha la possibilità di chiedere un anticipo del proprio Tfr sono specifici e on valgono sempre e tutti. In particolare, l’anticipo del Tfr si può richiedere per:

Chi può richiedere anticipo Tfr per casi previsti

Come sopra anticipato non tutti possono richiedere l’anticipo del Trattamento di fine rapporto. Anche se dovesse verificarsi uno dei casi sopra riportato che danno possibilità di richiesta di anticipo del Tfr, è bene sapere che i lavoratori dipendenti che possono richiederlo devono comunque rispondere a determinate condizioni che sono:

  • aver maturato almeno 8 anni di anzianità lavorativa;
  • giustificare eventuali spese mediche o sanitarie per terapie e interventi straordinari riconosciuti dalle competenti strutture pubbliche;
  • documentare le spese sostenute per l’acquisto della prima casa o ristrutturazione;
  • non aver mai presentato prima altra domanda di richiesta di aticipo del Tfr.

E' bene, infatti, precisare che la domanda di anticipo Tfr può essere presentata solo una volta nell'arco della vita lavorativa.

Anticipo Tfr quanto si può richiedere per vari casi

La richiesta di anticipo del trattamento di fine rapporto non può superare il 70% dell’importo maturato. La percentuale di anticipo del Tfr  varia, però, in base al motivo per cui viene richiesto l’anticipo del Tfr. Entrando più nel dettaglio, l’anticipo del Tfr, se accolta la richiesta dal datore di lavoro visto che la domanda di anticipo del Tfr può anche essere rifiutata, viene concesso nelle seguenti misure:

  • fino al 70% dell’importo maturato per l’acquisto della prima casa di abitazione per sé o per i figli, documentato con atto notarile;
  • fino al 70% dell’importo maturato per spese sanitarie e mediche importanti per terapie o interventi straordinari riconosciuti dalle competenti strutture pubbliche;
  • il 30% dell’importo di Tfr maturato per ulteriori motivi personali.

Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il
Ultime Notizie