Ape Social 2021-2022 ci sarÓ ancora o no come pensione anticipata

Renderla strutturale o cancellarla del tutto: cosa e come potrebbe cambiare per Ape social 2021-2022. Le ipotesi in ballo attualmente

Ape Social 2021-2022 ci sarÓ ancora o no

Ape social 2021-2020 ci sarÓ ancora o no per andare in pensione anticipata?

Se ci si chiede se l’Ape social 2021-2022 ci sarà o meno per andare in pensione anticipata è bene sapere che al momento le ipotesi per Ape social sul tavolo sono diverse, dal lasciarla così com’è, al potenziarla e renderla strutturale come forma di uscita anticipata, al cancellarla completamente.

Qual è il futuro dell’Ape social per i prossimi anni? Mentre si discute del futuro della quota 100 per andare in pensione a 62 anni di età e con 38 anni di contributi, tra conferme e volontà di cancellazione prima, ci si chiede che fine farà l’Ape social 2021-2022. Quali sono le ipotesi attualmente in discussione per il futuro dell’ape social?

  • Ape Social 2021-2022 ci sarà ancora o no come pensione anticipata
  • Ape Social regole per andare in pensione anticipata

Ape Social 2021-2022 ci sarà ancora o no come pensione anticipata

Le discussioni di governo e sindacati si concentrano sulla definizione di nuove forme di flessibilità in uscita per sostituire la quota 100 nel momento in cui si esaurirà come misura sperimentale, vale a dire dal 2022 considerando che la scadenza naturale della quota 100 è fissata al 31 gennaio 2021 ma tra le misure previdenziali in discussione anche l’ape social.

Si discute, infatti, del suo futuro e sono decisamente diversi le ipotesi in ballo. Se ci si chiede se l’Ape social 2021-2022 ci sarà o meno per andare in pensione anticipata è bene sapere che al momento le possibilità sono le seguenti:

  • che l’ape social 2021-2022 resti così com’è attualmente;
  • che l’ape social 2021-20211 migliori, venendo potenziata e diventando una misura strutturale;
  • che l’ape social 2021-2022 venga del tutto cancellata, non senza, però, misure sostitutive e adeguata alle categorie di lavoratori, soprattutto usuranti e precoci.

Dopo la decisione della proroga dell'ape social 2020 che permette di anticipare il momento della pensione solo a determinate categorie di lavoratori ancora per quest’anno 2020, non si ha ancora alcuna certezza di cosa cambierà, se cambierà, per l’ape social 2021-2022 quando saranno definite anche ulteriori novità pensioni al momento sul tavolo del governo.

Probabilmente bisognerà aspettare la presentazione del nuovo Def, Documento di Economia e Finanza che anticipa le misure da inserire nella nuova Legge di Bilancio 2021, il prossimo mese di aprile per cercare di capire se il governo avrà intenzione di inserire o meno l’ape social nella prossima Legge di Bilancio ed eventuali risorse disponibili.   

Ape Social regole per andare in pensione anticipata


L’Ape social permette ancora per quest’anno di andare in pensione prima alle persone considerate svantaggiate e che sono:

  • disoccupati rimastu involontariamente senza lavoro, cioè a seguito di licenziamento e anche collettivo o per dimissioni per giusta causa oche abbiano raggiunto i 63 anni di età e almeno 30 anni di contributi ed esaurito da almeno 3 mesi tutti i sussidi di disoccupazione;
  • invalidi e disabili, e parenti di primo grado che li assistono al momento della richiesta da almeno 6 mesi, che abbiano raggiunto 63 anni di età e almeno 30 anni di contributi e a cui sia riconosciuta una invalidità superiore al 74%;
  • lavoratori usuranti con 63 anni di età e 36 anni di contributi che abbiano svolto per almeno sette anni negli ultimi 10 un lavoro gravoso.

La domanda per andare in pensione con Ape social 2020 deve essere presentata direttamente all’Inps, come ogni altra domanda di pensione e secondo le solite modalità, cioè:

  • o direttamente tramite sito Inps con il proprio Pin Inps o Spid;
  • o contattando il numero verde Inps;
  • o rivolgendosi a Caf o patronati.

Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il
Ultime Notizie