Assegno sociale 2019, requisiti e quando e come fare domanda INPS

Come funziona l’assegno sociale 2019 e requisiti per richiederlo: modalità di presentazione domanda all’Inps e decorrenza

Assegno sociale 2019, requisiti e quando e come fare domanda INPS

Cos’è l’assegno sociale?

L'assegno sociale è una prestazione economica assistenziale erogata dall’Inps che dal 1996 ha sostituito la pensione sociale e viene erogata ai cittadini italiani e stranieri costretti a vivere in condizioni economiche disagiate e con redditi inferiori alle soglie stabilite annualmente dall’Inps.

 

L’assegno sociale è una prestazione assistenziale erogata dall’Inps per cittadini anziani che hanno un reddito al di sotto di un certo limite e che non hanno diritto a trattamenti previdenziali come pensione di vecchiaia, anticipata, o altri. Per poter richiedere l’assegno sociale 2019 bisogna soddisfare una serie di requisiti. Vediamo quali sono i requisiti per avere l’assegno sociale 2019, a chi spetta e come fare domanda all’Inps.

Requisiti per richiesta assegno sociale 2019

I requisiti che danno diritto ad avere l’assegno sociale 2019 prevedono:

  1. aver compiuto 67 anni di età;
  2. avere la cittadinanza italiana o la cittadinanza di un Paese europeo o di un Paese Terzo ma con regolare permesso di soggiorno CE per soggiornanti di lungo periodo;
  3. avere residenza stabile e continuativa per almeno 10 anni nel territorio italiano;
  4. avere un reddito non superiore a 5.953,87 euro annui, se il richiedente non è coniugato;
  5. avere un reddito non superiore a 11 .907,74 euro annui, se il richiedente è coniugato.

Non sono previsti limiti Isee per la richiesta dell’assegno sociale 2019, ma se l’assegno sociale è integrato con la pensione di cittadinanza allora si considera il limite Isee di 9.360 euro.

Chi può presentare domanda per assegno sociale 2019

La domanda per ricevere l’assegno sociale può essere presentata da:

  1. cittadini italiani;
  2. cittadini stranieri comunitari iscritti all'anagrafe del comune di residenza;
  3. cittadini extracomunitari/rifugiati/titolari di protezione sussidiaria che abbiano regolare permesso di soggiorno CE per soggiornanti di lungo periodo e che siano titolari di un reddito al di sotto delle soglie fissate ogni anno.

I redditi che vengono considerati per stabilire se si può richiedere l’assegno sociale sono:

  1. redditi assoggettabili all' Irfe, al netto dell'imposizione fiscale e contributiva;
  2. redditi soggetti a ritenuta alla fonte a titolo d'imposta;
  3. assegni per alimenti;
  4. redditi di terreni e fabbricati;
  5. redditi esenti da imposta;
  6. redditi soggetti a imposta sostitutiva come interessi postali e bancari, interessi dei CCT e di ogni altro titolo di stato, interessi, premi e altri frutti delle obbligazioni e titoli similari;
  7. pensioni di guerra e pensioni dirette erogate da Stati esteri;
  8. pensioni erogate agli invalidi civili, ai ciechi civili e ai sordi.

Non vengono, invece, considerati tra i redditi che concorrono al calcolo per il diritto all’assegno sociale 2019:

  1. pensioni di guerra;
  2. reddito dell’abitazione principale;
  3. trattamenti di famiglia;
  4. indennità ed assegni di accompagnamento e di assistenza;
  5. indennizzi di risarcimento per eventuali danni subiti da trasfusioni e vaccinazioni.

Assegno sociale 2019: importi

Esattamente come per le pensioni, anche gli importi previsti per l’assegno sociale 2019 quest’anno sono cambiati per effetto dell’adeguamento al costo della vita, pari all’1,1%, e hanno portati ad aumentare anche i limiti di reddito per avere accesso all’assegno sociale. Quest’anno 2019, l’assegno sociale è pari a 457,99 euro, e, anche in tal caso come le pensioni, viene erogato per 13 mensilità, per una cifra totale annua di 5.953,87 euro.

Come fare domanda Inps per assegno sociale 2019

La domanda per avere l’assegno sociale 2019 deve essere presentata all’Inps o in via telematica accedendo al sito dell’Istituto di Previdenza tramite proprio codice Pin; o contattando telefonicamente il contact center al numero 803 164 (gratuito da rete fissa) o 06 164 164 da rete mobile; o rivolgendosi a Caf o patronati.

La domanda deve essere accompagnata da specifici documenti da allegare che sono:

  1. autocertificazione dei dati personali;
  2. dichiarazione della situazione dei redditi;
  3. dichiarazione di responsabilità, per eventuali ricoveri presso strutture sanitarie, con retta a carico dello Stato.

Una volta inviata e accettata la domanda, l’erogazione dell’assegno decorre dal primo giorno del mese successivo alla presentazione della domanda.

Ti è piaciuto questo articolo?







Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il
Ultime Notizie