Auto in pronta consegna tempi consegna e immatricolazioni reali medi 2020

Nel caso delle auto in pronta consegna ci sono alcune procedure burocratiche che non possono essere evitate qualunque sia la casa automobilistica.

Auto in pronta consegna tempi consegna e

Quali sono i tempi reali auto in pronta consegna?

Al di là del pagamento, ci sono almeno due grandi aspetti da cui non si può prescindere. Il primo è quello dell'immatricolazione e il secondo è quello dell'assicurazione. In entrambi i casi i tempi sono brevi e in circa una settimana si concludono entrambe le operazioni. La tabella di marcia può però dilatarsi che l'auto non è disponibile nel salone o comunque nel deposito della sede del concessionario. L'altra causa che può allungare i tempi è l'attesa della risposta alla richiesta di un eventuale finanziamento.

La comodità di scegliere un'auto in pronta consegna è presto detta: la possibilità di salire a bordo e di uscire dalla concessionaria al volante del modello preferito in tempi relativamente brevi.

Che poi non sono immediati perché, anche a fronte dell'intero pagamento, ci sono alcune procedure burocratiche da cui non si può prescindere. Qualunque sia la casa automobilistica, alcuni step progressivi non possono essere evitati.

Ci sono comunque altri vantaggi che derivano dall'acquisto di un'auto in pronta consegna da una concessionaria autorizzata: garanzia media di due anni con chilometraggio illimitato, permuta di un veicolo in proprio possesso con valutazione equilibrata, consulenza di esperti in materia in grado di offrire consigli mirati, il servizio post-vendita che è fondamentale anche quando ci sono di mezzo auto nuove, la possibile convenienza nel caso in cui si riesca a intercettare un'offerta oggettivamente interessante.

Ma al di là delle promesse dei rivenditori che assicurano consegne rapide, vogliamo saperne di più sulla reale tabella di marcia. Vediamo quindi

  • Tempi reali auto in pronta consegna
  • Immatricolazioni auto in pronta consegna, quanto tempo ci vuole

Tempi reali auto in pronta consegna

Si fa a presto a dire auto in pronta consegna o chiavi in mano perché non è mai così. Al di là del pagamento, ci sono almeno due grandi aspetti da cui non si può prescindere. Il primo è quello dell'immatricolazione e il secondo è quello dell'assicurazione.

In entrambi i casi i tempi sono brevi e in circa una settimana si concludono entrambe le operazioni. Se l'immatricolazione, come vedremo nel paragrafo successivo, è la tappa più lunga, stipulare una nuova polizza o trasferire quella esistente al nuovo veicolo richiede lo spazio di una telefonata e in circa 20 minuti è tutto fatto.

La tabella di marcia può però dilatarsi che l'auto non è disponibile nel salone o comunque nel deposito della sede del concessionario. Può infatti trovarsi in un'altra città (solitamente nella sede centrale del marchio) e di conseguenza occorre prevedere una manciata di giorni di più.

Insomma, nel giro di due settimane e nel caso di pagamento immediato ovvero senza prestito l'auto può essere davvero consegnata. Ma i problemi sono dietro l'angolo e la causa principale dell'allungamento dei tempi è il finanziamento.

Può capitare che ci si affidi alla concessionaria per un finanziamento, ma non tutte si comportano correttamente. Una pratica abbastanza comune è di chiudere la vendita di un'auto prima che il processo di finanziamento sia completo.

Ecco quindi che a distanza di una settimana viene ricevuta una chiamata con cui si viene avvisati che il finanziamento è stato respinto. I tempi di dilatano e il rivenditore propone magari una nuova opzione di finanziamento a un tasso di interesse più elevato, ma con maggiori possibilità di successo.

In ogni caso non c'è dubbio che le auto in pronta consegna seguano un iter più breve rispetto a quelle ordinabili e configurate su misura delle proprie esigenze.

Immatricolazioni auto in pronta consegna, quanto tempo ci vuole

A differenza delle auto a chilometro zero, quelle in pronta consegna non sono immediatamente disponibili. L'intera procedura tra acquisto, pagamento e guidare l'auto a casa non può essere completata nella stessa giornata. La ragione è molto semplice: occorre immatricolare l'auto che, nel caso dei veicolo a chilometro zero, hanno invece già un proprietario ovvero il concessionario.

I tempi non sono comunque lunghi e occorre mettere in conto circa tre giorni, se non ci sono rallentamenti, per assegnare una targa e un nuovo proprietario. Tuttavia è poi necessario iscrivere l'auto al registro Pubblico registro automobilistico per ottenere il certificato di proprietà che adesso fa parte del Documento unico di circolazione che comprende anche la carta di circolazione.

Il rilascio avviene solo per via telematica, i tempi sono necessariamente più brevi per la gioia del futuro proprietario dell'auto e di conseguenza sparisce la produzione cartacea.

Autore: Chiara Compagnucci
pubblicato il
Ultime Notizie