Autovelox in città possibili per Codice della Strada 2021. Regole, multe e dove e come saranno posizionati

Autovelox in città possibili per Codice della Strada 2021. Regole, multe e dove e come saranno posizionati

Autovelox in città possibili per Codice

Sono possibili autovelox in città per nuovo Codice della Strada?

Le nuove regole autorizzano l'installazione di autovelox fissi consentiti anche nelle strade urbane in città. Per farlo occorre ottenere il via libera del prefetto, ma c'è già chi non ci sta e chiede chiarimenti poiché considera questa misura un modo per i comuni per fare cassa.

Quella che introduce il decreto Semplificazioni è una vera e propria ventata di novità per il Codice della strada. Alcuni cambiamenti sono tali da stravolgere certezze acquisite, come la presenza degli autovelox nelle città. Non ovunque e non in maniera indiscriminata, ma solo a condizione ben precise.

Il punto di partenza è rappresentato dalle disposizioni precedenti per cui autovelox fissi sono consentiti solo su autostrade e strade extraurbane principali. Non solo, ma affinché le eventuali multe comminate possano essere considerate valide, devono sempre essere tarati con una tolleranza di almeno il 5% rispetto alla velocità reale e con un minimo di 5 chilometri orari.

Per essere ancora più precisi e facendo esempi concreti, nelle strade con limite a 50 chilometri orari, l'autovelox può essere attivato solo a partire dalla velocità di 55 chilometri orari, con limite a 70 chilometri orari, l'autovelox può essere attivato solo a partire dalla velocità di 75 chilometri orari, con limite a 90 chilometri orari, l'autovelox può essere attivato solo a partire dalla velocità di 95 chilometri orari, con limite a 100 chilometri orari, l'autovelox può essere attivato solo a partire dalla velocità di 105 chilometri orari.

Il tutto senza dimenticare l'obbligo di segnalare con anticipo la presenza di questi dispositivi per il rilevamento della velocità: 80 metri sulle strade urbane. 150 metri sulle strade extraurbane secondarie o urbane ad alto scorrimento, 250 metri sulle autostrade o strade extraurbane principali.

In caso contrario l'automobilista che propone ricorso al prefetto o al giudice di pace ha ottime possibilità di vittoria. Vediamo quindi quali sono i cambiamenti introdotti:

  • Nuove regole su autovelox in città per Codice della strada
  • Multe e limiti con autovelox in città possibili

Nuove regole su autovelox in città per Codice della strada

Le nuove regole autorizzano l'installazione di autovelox fissi consentiti anche nelle strade urbane in città. Per farlo occorre ottenere il via libera del prefetto, ma c'è già chi non ci sta e chiede chiarimenti poiché considera questa misura un modo per i comuni per fare cassa.

Pensiamo ad esempio alle associazioni dei consumatori che chiedono quale sia il ruolo dei prefetti. Fisseranno i limiti di velocità in modo che siano congrui rispetto al tipo di strada? Stabiliranno dove deve essere collocato l'autovelox fisso affinché sia ben visibile?

Faranno rimuovere i falsi cartelli che indicano la presenza di un autovelox quando non è presente o non è attivo? Un altro aspetto che viene messo in evidenza è la presenza di numerose tipologie dei cartelli che segnalano un autovelox attivo.

Da qui la richiesta di rimuovere quelli non conformi ovvero di ingrandirli di almeno il 50%. Il tutto accompagnato dall'obbligo di indicare se si tratta di autovelox o di un controllo della velocità media. Tra il primo cartello che segnala il dispositivo per il rilevamento della velocità delle auto devono comunque esserci tra 300 e 400 metri.

Multe e limiti con autovelox in città possibili

La questione del rispetto dei limiti di velocità è molto delicata anche perché le sanzioni a cui è soggetto l'automobilista che non li rispetta sono piuttosto elevate.

Ammontano da 41 a 169 euro fino a 10 chilometri orari di eccedenza, da 169 e 680 euro fra 10 e 40 chilometri orari, da 532 a 2.127 euro con sospensione della patente da uno a tre mesi fra 40 e 60 chilometri orari, da 829 e 3.316 euro con sospensione della patente da sei a dodici mesi, oltre 60 chilometri orari.

Per i neopatentati raddoppia la perdita di punti. In ogni caso i limiti da rispettare sono di 130 chilometri orari sulle autostrade ovvero 150 chilometri orari in caso di presenza di tre corsie, 110 chilometri orari per le strade extraurbane principali, 90 chilometri orari per le strade extraurbane secondarie e per le strade extraurbane locali, 50 chilometri orari per le strade nei centri abitati con la possibilità di innalzarlo a 70 chilometri orari per alcune strade urbane.

Autore: Chiara Compagnucci
pubblicato il