Badanti, si può pagare o no stipendio in contanti con leggi in vigore

Le badanti possono ancora percepire stipendi in contanti nonostante obbligo legge di pagamenti con strumenti tracciabili

Badanti, si può pagare o no stipendio in contanti con leggi in vigore

Si possono pagare gli stipendi delle badanti in contanti?

Sì. Nonostante dall'anno 2018 la legge imponga il pagamento degli stipendi con metodi tracciabili, come assegni o bonifici banacri, le badanti, così come cofl e baby sitter, rappresentano l'eccezione e possono ancora percepire stipendi in contanti senza limiti di importi.

 

Il pagamento degli stipendi ai lavoratori, per legge, deve essere corrisposto con metodi tacciabili, come bonifici bancari o assegni, e si tratta di un obbligo in vigore dallo scorso luglio 2018 per tutti. Anche se, come per ogni legge in vigore, sono previste eccezioni. Quali sono le eccezioni previste e chi riguardano? Le badanti si possono ancora pagare in contanti?

Si può pagare in contanti lo stipendio alle badanti?

Dal primo luglio 2018, stando a quanto confermano le ultime notizie, i pagamenti degli stipendi dei lavoratori devono avvenire esclusivamente tramite mezzi tracciabili e ciò significa che non è più possibile effettuare pagamenti di stipendi in contanti. Ma colf e badanti rappresentano una eccezione e a loro si può ancora pagare lo stipendio in contanti.

Da luglio 2018, i datori di lavoro devono obbligatoriamente pagare gli stipendi ai propri dipendenti con mezzi tracciabili, pena l’applicazione di sanzioni comprese tra mille e 5.000 euro. I mezzi di pagamento che si possono scegliere per pagare gli stipendi sono:

  1. bonifico bancario sul conto identificato dal codice Iban indicato dal lavoratore;
  2. assegno consegnato direttamente al lavoratore o, in caso di suo comprovato impedimento, a un suo delegato (coniuge o familiare in linea retta o collaterale del lavoratore che abbia compiuto almeno 16 anni).
  3. strumenti di pagamento elettronico.

Tuttavia, anche le nuove norme di pagamento degli stipendi con strumenti tracciabili prevedono eccezioni e, come confermano le ultime notizie, una di queste è rappresentata proprio dalle badanti. Per queste ultime, così come per colf e baby sitter, non vale l’obbligo di pagamento dello stipendio con mezzi tracciabili se rientrano nei contratti collettivi nazionali per gli addetti a servizi familiari e domestici.

Ciò significa che i datori di lavoro domestico possono continuare a pagare gli stipendi di badanti, colf e baby sitter in contanti, senza alcun limite di denaro o paletto da considerare. Ciò che, però, conviene considerare in tal caso è la convenienza di un pagamento dello stipendio ad una badante in contanti perché non avendo un metodo tracciabile che confermi l’avvenuto pagamento, si potrebbe incorrere anche in problemi da parte di badanti non proprio professionali o furbette. Il consiglio è, dunque, quello di effettuare pagamenti che possano essere dimostrati a prescindere dalle possibilità previste dalla legge.

Stipendio badanti: gli importi

Lo stipendio delle badanti varia a seconda che si tratti di un impiego a tempo pieno o part time e che si tratti di badanti conviventi o non conviventi. In particolare, per le badanti conviventi full time lo stipendio mensile è:

  1. per il livello A 629,15 euro;
  2. per il livello AS 743,55 euro;
  3. per il livello B 800,74 euro;
  4. per il livello BS 857,94 euro;
  5. per il livello C 915,15 euro;
  6. per il livello CS 972,33 euro.

Per la badante convivente part time, lo stipendio mensile è:

  1. per il livello B 568,32 euro;
  2. per il livello BS 596,74 euro;
  3. per il livello C 659,24 euro.

Per quanto riguarda, invece, le badanti non conviventi, lo stipendio minimo orario è di:

  1. 4,62 euro per il livello A;
  2. 5,45 euro per il livello AS;
  3. 5,78 euro per il livello B;
  4. 6,13 euro per il livello BS;
  5. 6,47 euro per il livello C;
  6. 6,82 euro per il livello CS;
  7. 7,87 euro per il livello D;
  8. 8,21 euro per il livello DS.

Ti è piaciuto questo articolo?







Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il
Puoi Approfondire
Ultime Notizie