Bollino blu caldaia 2019-2020, leggi in vigore. Chi deve farlo, ogni quanto e costi

Cos定 il bollino blu caldaia, cosa prevede e chi deve farlo: tutto quello che c定 da sapere per controllo caldaia inverno 2019-2020

Bollino blu caldaia 2019-2020, leggi in vigore. Chi deve farlo, ogni quanto e costi

Chi deve fare il bollino blu caldaia 2019-2020?

La revisione della caldaia per cui è previsto il rilascio del bollino blu deve essere sempre eseguita da un tecnico specializzato che rilascia poi al cliente tutta la documentazione che attesta il corretto funzionamento della caldaia. Manutenzione e revisione devono essere effettuate nei tempi stabiliti in base al tipo di caldaia che si possiede da tutti i cittadini proprietari di un impianto che sono responsabili del loro funzionamento.

E’ tempo di inverno e arrivo del primo freddo e c’è chi corre ad accertarsi di essere in regole con la manutenzione della propria caldaia prima di accendere i riscaldamenti. Effettuando la revisione della caldaia ai proprietari viene rilasciato il cosiddetto bollino blu caldaia 2019-2020.

Il bollino blu è una certificazione diventata obbligatoria per legge che attesta che sono stati effettuati di dovuti controlli sulla caldaia che ne hanno stabilito efficienza e buon funzionamento. Con il bollino blu si indicano anche se le emissioni di sostanze inquinanti, attraverso i fumi di scarico, rispettano, o meno, gli standard stabiliti dalla legge. Il bollino blu si ottiene, dunque, a seguito di controlli che devono essere effettuati ogni tot tempo. Vediamo come funziona e cosa prevede il bollino blu caldaia 2019-2020?

  • Bollino blu caldaia 2019-20201: chi deve farlo
  • Ogni quanto tempo si deve fare controllo bollino blu caldaia
  • Quali sono i costi per bollino blu caldaia 2019-2020


Bollino blu caldaia 2019-20201: chi deve farlo

Il rilascio del bollino blu a seguito di controlli caldaia deve essere effettuato per tutti coloro che possiedono una caldaia da tecnici specializzati e autorizzati dal Comune che sono in grado di effettuare:

  • manutenzione della caldaia;
  • controllo dei fumi e della combustione generata all’interno della caldaia;
  • pulizia del bruciatore.

Solo a seguito dei dovuti controlli e del rilascio del bollino blu caldaia per l’inverno 2019-2020 si attestano:

  • sicurezza;
  • efficienza termica ed efficienza energetica;
  • efficienza per inquinamento.

Ogni proprietario di caldaia è responsabile del proprio impianto e della relativa manutenzione ordinaria, per cui ogni proprietario di una caldaia è il diretto responsabile dell'impianto stesso ed è pertanto obbligato a rispettare le scadenze dei tempi per l'esecuzione dei lavori di revisione riportati sul libretto di istruzioni della stessa caldaia.


Ogni quanto tempo si deve fare controllo bollino blu caldaia

Il bollino blu ha una sua scadenza differente a seconda del tipo di caldaia che si ha e dei tempi obbligatori per legge per la revisione della caldaia che sono, in particolare, è di:

  • quatto anni per tutte le caldaie domestiche di potenza compresa tra 10 e 100 kw/h e con alimentazione standard a gas;
  • due anni per tutte la caldaie con potenza fino a 100 kw ma alimentate con combustibile liquido;
  • ogni anno per impianti alimentati a gas, metano o GPL con potenza tra 35 e 350 kW: ogni anno
  • ogni anno per impianti alimentati a gas, metano o GPL con potenza superiore a 350 kW e con rilevamento del rendimento a metà stagione di riscaldamento.

Il Ministero dell’Ambiente invita comunque a rispettare tutte le indicazioni solitamente riportate nei libretti della caldaia, per quanto riguarda la revisione, e di non superare mai i due anni per la manutenzione generale. Nel precedente articolo abbiamo spiegato quando la revisione della caldaia è obbligatoria e quando no in base alle norme in vigore.

Quali sono i costi per bollino blu caldaia 2019-2020

Il costo per la revisione della caldaia e il bollino blu 2019-2019 sono diversi e dipendono da interventi che i tecnici devono effettuare e Comuni. Generalmente, comunque, i costi si aggirano:

  • tra 30 e 50 euro per sola chiamata;
  • tra 50 e 90 euro per revisione e bollino blu;
  • tra 100 e 150 euro per revisione, bollino blu e interventi di manutenzione ordinaria;
  • tra 150 e 500 euro per revisione, bollino blu e interventi di manutenzione straordinaria.

Per esempio, stando alle ultime notizie, in Lombardia il costo per libretto, controllo della caldaia e analisi dei fumi è di circa 60-70 euro e si può arrivare ad un costo di 150 euro se si aggiungono una verifica più approfondita del funzionamento delle valvole di sicurezza o lavaggio chimico della caldaia.

Inoltre, le leggi in vigore prevedono anche il pagamento di un contributo per l'Ente Locale competente (provincia o comune se con popolazione superiore ai 40.000 abitanti) e di uno per la Regione Lombardia, entrambi calcolati in base alla potenza: il contributo regionale oscilla tra 1 euro se la potenza è inferiore a 35 kW e 18 euro por potenze maggiori di 350 kW mentre il contributo per l'Ente Locale è compreso tra i 7 euro e i 190 euro.

E’ bene precisare che per quanto riguarda revisione della caldaia e interventi di manutenzione ordinaria, come pulizia o controllo dei fumi, i costi sono totalmente a carico dell’inquilino nei casi di case in affitto

Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il
Ultime Notizie