Bonus 110% casa senza riscaldamento o con vecchi sistemi è possibile o no. Tutti i casi

Il bonus per le case senza riscaldamento è più volte finito al centro dell'attenzione dell'Agenzia delle entrate che non a caso ha fornito un chiarimento specifico.

Bonus 110% casa senza riscaldamento o co

Casa senza riscaldamento o con vecchi sistemi, spetta il bonus 110%?

Anche le case riscaldate con termocamini, stufe a legna, caminetti e stufe a pellet sono ammessi alla detrazione. Ma non quelle senza alcun impianto di riscaldamento. Lo prevedono le recentissime normative.

Fissata la normativa di base del bonus 110% ovvero delle nuove detrazioni per la ristrutturazione casa, saltano fuori tutti i casi particolari. Se una delle condizioni di base per accedere a questa nuova facilitazione fiscale è il miglioramento della classe energetica, come metterla con le case senza riscaldamento?

Detto in altri termini, i proprietari delle abitazioni senza un moderno impianto di riscaldamento possono godere di questa facilitazione? Si tratta di una questione che è più volte finita al centro dell'attenzione dell'Agenzia delle entrate che non a caso ha fornito un chiarimento specifico.

Ricordiamo innanzitutto che il bonus maggiore è riconosciuto per le spese documentate e rimaste a carico del contribuente, sostenute dal primo luglio 2020 al 31 dicembre 2021.

I 3 lavori di base che sono ammessi sono gli interventi antisismici, la sostituzione degli impianti di climatizzazione invernale con impianti centralizzati per il riscaldamento, l'isolamento termico delle superfici opache verticali, orizzontali e inclinate che interessano l'involucro degli edifici.

Rispetto a quest'ultimo punto è fondamentale che abbiamo un'incidenza superiore al 25% della superficie disperdente lorda dell'edificio o dell'unità immobiliare all'interno di edifici plurifamiliari che sia indipendente e disponga di uno o più accessi autonomi dall'esterno.

Se collegati a questi 3 lavori rientrano anche gli interventi di efficientamento energetico e l'installazione di infrastrutture per la ricarica di veicoli elettrici. Entriamo quindi nel cuore della questione di questo articolo e più esattamente

  • Casa senza riscaldamento o con vecchi sistemi, spetta il bonus 110%
  • Tutti i casi del bonus per l'efficientamento energetico della casa

Casa senza riscaldamento o con vecchi sistemi, spetta il bonus 110%

Ci sono due importanti chiarimenti da fare in relazione al bonus 110%. Innanzitutto condizione necessaria per poter fruire di questa facilitazione fiscale è la presenza di un impianto di riscaldamento nell'abitazione oggetto di lavoro.

Lo ha precisato l'Agenzia delle entrate che ha così escluso le case senza riscaldamento. Ma non ha precisato quali sono gli impianti ammessi ovvero se la presenza di un vecchio sistema è condizione sufficiente per accedere alla detrazione.

Viene in soccorso un recentissimo decreto legislativo (il numero 48 del 2020), secondo cui si considera impianto termico quello destinato ai servizi di climatizzazione invernale o estiva degli ambienti, con o senza produzione di acqua calda sanitaria, o destinato alla sola produzione di acqua calda sanitaria, indipendentemente dal vettore energetico utilizzato.

La normativa precisa che comprende eventuali sistemi di produzione, distribuzione, accumulo e utilizzazione del calore e gli organi di regolazione e controllo, anche combinato con impianti di ventilazione.

Non sono considerati impianti termici i sistemi dedicati alla sola produzione di acqua calda sanitaria al servizio di singole unità immobiliari a uso residenziale e assimilate. In pratica anche le case riscaldate con termocamini, stufe a legna, caminetti e stufe a pellet sono ammessi alla detrazione.

Tutti i casi del bonus per l'efficientamento energetico della casa

Sono quindi numerosi i casi di agevolazione al 110%, da fruire con cessione del credito o sconto in fattura, per gli interventi di efficientamento energetico.

Pensiamo a sostituzione di scaldacqua tradizionali con scaldacqua a pompa di calore dedicati alla produzione di acqua calda sanitaria, acquisto e posa in opera di schermature solari, installazione di pannelli solari per la produzione di acqua calda.

Oppure a riqualificazione energetica di edifici esistenti, sostituzione di impianti di climatizzazione invernale con impianti dotati di caldaie a condensazione ad aria o ad acqua, acquisto, installazione e messa in opera di dispositivi multimediali per il controllo a distanza degli impianti di riscaldamento, di produzione di acqua calda, di climatizzazione delle unità abitative.

Stessa cosa per interventi su involucro di edifici esistenti oppure per acquisto e posa in opera di impianti di climatizzazione invernale dotati di generatori di calore alimentati da biomasse combustibili.

Autore: Chiara Compagnucci
pubblicato il
Ultime Notizie