Bonus vacanze 500 euro su Airbnb, Booking, Trivago e altri siti web si potrà usare per prenotare le vacanze

Fino a questo momento il bonus è infatti sfruttabile esclusivamente nella struttura in cui si effettua il soggiorno e non per le prenotazioni effettuate via web.

Bonus vacanze 500 euro su Airbnb, Bookin

Bonus vacanze 500 euro si può usare anche per le prenotazioni online?

Presentato un emendamento per consentire il pagamento delle vacanze con l'intermediazione di soggetti che gestiscono piattaforme o portali telematici diversi da agenzie di viaggio e tour operator. Ovvero i vari Airbnb, Booking, Trivago. Ma è scontro aperto.

Si allarga la possibilità di utilizzare il bonus vacanze da 500 euro ma è corsa contro il tempo ed è feroce polemica. Per ora si tratta di una proposta non ancora approvata, ma non una di quelle campate per aria.

A invocare l'utilizzo del bonus anche sui vari Airbnb, Booking, Trivago ovvero sui portali per le prenotazioni online è stato un senatore del Partito democratico che ha presentato un emendamento.

I problemi sono di due tipi: innanzitutto c'è quello legato alle tempistiche, considerando che il bonus va in scadenza il 31 dicembre 2020 e dunque la sua fruizione si conclude ufficialmente con le vacanze di fine anno. In seconda battuta i vari hotel, agriturismi, b&b e strutture ricettive in generale sono adesso sul piede di guerra.

E lo sono perché, in un periodo economicamente complicato se non drammatico per il mondo del turismo, concedere questo allargamento viene considerato un atto poco opportuno. Fino a questo momento il bonus è infatti sfruttabile esclusivamente nella struttura in cui si effettua il soggiorno.

Una precisa disposizione impedisce di utilizzare il voucher per prenotare le vacanze via web. Dalla parte del consumatore si tratterebbe di una facilitazione di gran valore, sia per la maggiore comodità di effettuare le prenotazioni via Internet. E sia per il risparmio ulteriore che otterrebbero.

Non dimentichiamo infatti che l'utilizzo di queste piattaforme è agevolato proprio per la presenza di sconti e offerte sul vosto di soggiorno rispetto alla cifra iniziale. Vediamo allora cosa sta succedendo e cosa potrebbe cambiare con questo emendamento su cui si sta scatenando una guerra di posizioni:

  • Bonus vacanze 500 euro anche per le prenotazioni online
  • Airbnb, Booking, Trivago dentro o fuori il bonus vacanza

Bonus vacanze 500 euro anche per le prenotazioni online

È solo una piccola e impercettibile variazione al testo quella proposta dal senatore del Partito democratico che ha presentato un emendamento all'articolo 176 che detta le regole del tax credit vacanze.

Stando alla sua idea, il pagamento del servizio può essere corrisposto con l'ausilio, l'intervento o l'intermediazione di soggetti che gestiscono piattaforme o portali telematici diversi da agenzie di viaggio e tour operator. Ovvero i vari Airbnb, Booking, Trivago.

La formulazione originaria e tuttora in vigore stabilisce invece che "il pagamento del servizio deve essere corrisposto senza l'ausilio" di siti esterni alla struttura. Non cambierebbe la modalità di utilizzo poiché il bonus vacanze resta comunque fruibile nella misura dell'80% sotto forma di sconto sul corrispettivo dovuto e per il 20% come detrazione di imposta in sede di dichiarazione dei redditi.

Allo stesso tempo lo sconto per andare in vacanza verrebbe rimborsato al fornitore dei servizi sotto forma di credito d'imposta da utilizzare in compensazione con possibilità di cessioni a terzi, compresi istituti di credito o intermediari finanziari.

Airbnb, Booking, Trivago dentro o fuori il bonus vacanza

Ed è interessante far notare che contro la possibilità di utilizzare il bonus vacanze da 500 euro ai vari Airbnb, Booking, Trivago ovvero ai portali per le prenotazioni online si è foramto un fronte compatto attorno alle associazioni del settore extralberghiero.

Non solo dicono di no a questa proposta, ma rilanciano chiedendo al governo di estendere qeusto strumento ai prossimi anni ovvero fino all'esaurimento delle risorse stanziate. E in aggiunta suggeriscono di rendere più facile la modalità di fruizione includendo tutte le tipologie di strutture, comprese case vacanza e locazioni turistiche.

Tra i tanti hanno sottoscritto l'appello anche Associazione B&B Mantova, Cefalù Extralberghieri, Associazione Gruppo Gestori Extralberghieri, Associazione B&B di Verona e Province Venete, Associazione A.B.B.A.V. – Associazione B&B, Alloggi Turistici ed Appartamenti del Veneto, Comeacasatua Associazione tra strutture extra alberghiere bresciane, Associazione Atexa Tarquinia, ExtrAlberga Palermo, Associazione Tivoli Host.

E poi: Associazione B&B e affittacamere Calabria, Cagliari Charming Accommodations, Area Strutture Ricettive Cagliari e Provincia, Associazione ABBA Puglia, Associazione ABC Turismo Osimo e Dintorni, Associazione B&B Ascoli Piceno, Asso B&B Marche, Associazione Stay in Tuscia, Associazione Host Italia, Associazione Gruppo B&B Salento, Associazione B&B Maratea, Associazione B&B Matera.

Infine, Associazione locatori turistici Verona, Associazione Abruzzo BnB, Bed-and-Breakfast.it, Associazione BBVarese.it, Associazione stabiese attività ricettive extralberghiere, Associazione Albaa Lazio, Associazione B&B Barletta Ricettiva, Confartigianato Extralberghi Palermo, Associazione Valsusa nel cuore, Associazione Bed and breakfast Ogliastra.

Autore: Chiara Compagnucci
pubblicato il
Per approfondire: