Calcolo assegno unico per figli 2022 per dipendenti, partite iva e disoccupati su Internet

Ecco lo strumento da utilizzare per conoscere l'importo dell'assegno unico per figli che si riceverebbe nel corso del 2022.

Calcolo assegno unico per figli 2022 per

Innanzitutto le date perché per la presentazione della domanda per accedere all'assegno unico per figli 2022 per dipendenti, partite Iva e disoccupati occorre attendere solo pochi giorni. Il form per fare richiesta sarà disponibile dal primo gennaio 2022 sul sito web dell'Istituto nazionale per la previdenza sociale.

Strumenti indispensabili per procedere con questa operazione sono le credenziali di accesso tra Spid, Carta nazionale dei servizi e Carta di identità elettronica. Ma prima di fare domanda può essere utile procedere con il calcolo dell'importo che si andrà a ricevere. O comunque con una stima molto simile alla cifra reale che sarà erogata. Anche in questo caso, il punto di riferimento è la piattaforma web dell'Inps. Vediamo quindi in questo articolo:

Assegno unico per figli 2022, come fare il calcolo

Cosa serve per calcolare l'assegno unico per figli 2022

Assegno unico per figli 2022, come fare il calcolo

Lo strumento da utilizzare per conoscere l'importo dell'assegno unico per figli 2022 per dipendenti, partite Iva e disoccupati è quello messo a disposizione dall'Inps.

Come viene fatto notare dallo stesso istituto di previdenza, il valore restituito è puramente indicativo e si basa sui dati inseriti dall'utente ovvero senza un parallelo riscontro con i dati presenti nell'archivio dell'Inps. Dal punto di vista operativo, i dati da inserire sono:

  • il numero dei figli minorenni

  • il numero dei figli minorenni disabili non autosufficienti

  • il numero dei figli minorenni disabili gravi

  • il numero dei figli minorenni disabili medi

  • il numero dei figli maggiorenni fino al compimento del 21esimo anno di età

  • il numero dei figli maggiorenni disabili fino al compimento del 21esimo anno di età

  • il numero dei figli maggiorenni disabili che hanno compiuto il 21esimo anno di età

  • il numero totale dei figli

Dopodiché occorre spuntare 4 caselle. Con la prima si dichiara di essere una madre di età inferiore ai 21 anni e con la seconda di essere in possesso di Isee.

Quindi, per fare il calcolo dell'assegno unico per figli 2022 bisogna dichiarare di avere diritto alla maggiorazione (come da articolo 5 del decreto legislativo attuativo della legge 46 del 2021) perché sono soddisfatte entrambe le seguenti condizioni: nucleo familiare con Isee non superiore a 25.000 euro; nel corso del 2021, il nucleo familiare ha percepito gli Assegni per il nucleo familiare (di cui all'articolo 2 del decreto legge 69 del 1988, convertito, con modificazioni, dalla legge 153 del 1988), in presenza di figli minori da parte del richiedente o da parte di altro componente del nucleo familiare del richiedente.

Infine, il richiedere dichiara di avere diritto alla maggiorazione prevista per il figlio minore i cui i genitori sono entrambi titolari di reddito da lavoro al momento della presentazione della domanda. Come da articolo 4 comma 8 del decreto legislativo attuativo della legge 46 del 2021.

Cosa serve per calcolare l'assegno unico per figli 2022

Provando a tirare le somme, per il calcolo assegno unico per figli 2022 per dipendenti, partite Iva e disoccupati su Internet occorre conoscere le cosiddetta maggiorazione transitoria.

Per ottenere il calcolo della componente fiscale eventualmente spettante per coloro che sono in possesso di Isee fino a 25.000 euro, in sostituzione delle detrazioni fiscali - fa presente l'Inps - bisogna inserire il reddito complessivo Irpef di ciascun genitore - comprensivo dell’eventuale quota di reddito soggetto a tassazione sostitutiva e a ritenuta alla fonte a titolo d'imposta o d'acconto - che si può ricavare dall'Isee (esattamente dal quadro FC 8, sezione II) ovvero dal modello redditi 2021, dal 730 2021 e in assenza della dichiarazione fiscale dalla Certificazione unica 2021.

Dopodiché è richiesto l'importo presunto Isee che fornisce un risultato attendibile se viene inserito il valore in corso di validità per il 2022. Per i minorenni conta l'Isee minorenne anche corrente. Per i maggiorenni si fa riferimento all'Isee ordinario anche corrente.

Infine bisogna indicare la composizione del nucleo familiare e dunque il numero di figli, l'età anagrafica e lo stato di disabilità.





Autore: Chiara Compagnucci
pubblicato il