Cambiare auto con finanziamento in corso non finito. I pro e contro

Il principale vantaggio che deriva dal cambiamento del finanziamento in corso per passare da un'auto all'altra Ŕ proprio nella natura dell'operazione. Ma non mancano i contro.

Cambiare auto con finanziamento in corso

Che sia per passione o per necessità, cambiare auto prima della fine del finanziamento in corso è sempre possibile. Come tutte le operazioni di questo tipo occorre valutare con attenzione pro e contro per verificare il reale interesse.

Qualsiasi concessionario può favorire questa sostituzione ovvero accettare in permuta l'auto in proprio possesso e che non è ancora stata finita di pagare e proporre un nuovo modello, più vicino a esigenze e desideri. Prima di accettare o rifiutare è bene però rispondere ad alcune domande ovvero quanto vale la propria auto al momento della consegna e quale importo è in sospeso con la società finanziaria esistente.

Caratteristica di ogni auto è l'immediata svalutazione. In buona sostanza più passa il tempo e minore è il valore commerciale. Allo stesso tempo è indispensabile fare alcuni calcoli aritmetici per capire quale sarà la spesa finale e la differenza di costi nel passaggio da un modello all'altro.

Il tutto senza perdere di vista la propria personale situazione e dunque qual è il budget mensile che si ha disposizione per finanziare una nuova auto. Vediamo quindi

  • Finanziamento in corso non finito: pro cambiare auto
  • Finanziamento in corso non finito: contro cambiare auto

Finanziamento in corso non finito: pro cambiare auto

Il principale vantaggio che deriva dal cambiamento del finanziamento in corso per passare da un'auto all'altra è proprio nella natura dell'operazione ovvero la possibilità di scegliere un modello migliore, più adatto alle proprie esigenze e più aggiornato.

Al termine del programma di finanziamento si resta proprietari del veicolo con la possibilità di personalizzarlo a proprio piacimento. Non solo, ma acquistando un modello più aggiornato, il valore in caso di rivendita successiva è - a parità di caratteristiche - maggiore.

Non ci sono poi limiti legati all'utilizzo poiché è sempre possibile percorrere un numero illimitato di chilometri, a meno che non sia prevista qualche clausola. Questa opzione è concessa nel caso in cui il rifinanziamento sia legato all'acquisto e non al noleggio. Cambiare le auto più spesso permette di risparmiare sulle spese di manutenzione, solitamente maggiori sui veicoli più vecchi.

Ma è pur vero che il risparmio nei costi delle riparazioni non corrisponde mai ai costi di ammortamento di un'auto nei suoi primi anni. Tra i pro e i contro c'è la questione dei tassi di interesse che variano ampiamente, a seconda della marca, del modello, dell'anno del modello e delle condizioni di acquisto.

Finanziamento in corso non finito: contro cambiare auto

Di contro bisogna valutare con attenzione la propria situazione finanziaria perché il pagamento di ulteriori rate mensili per l'acquisto di un'auto comporta di solito cifre più elevate.

Inoltre, alcuni case automobilistiche (in Italia sono operative Audi, Citroen, Dacia, DS, Fiat, Ford, Hyundai, Jeep, Kia, Lancia, Mahindra, Mitsubishi, Nissan, Opel, Peugeot, Renault, Seat, Skoda, Suzuki, Toyota, Volkswagen) richiedono un acconto considerevole che può pesare sulla situazione finanziaria dell'acquirente.

Un altro dei maggiori inconvenienti di questo approccio dell'acquisto e del riacquisto di auto con finanziamento è il forte deprezzamento iniziale che colpisce ogni nuovo veicolo una volta che un finisce su strada.

A seconda della marca del veicolo, il tasso di ammortamento può diminuire in modo significativo ogni anno, ma per alcune case automobilistiche con scarsi valori di rivendita, il tasso di ammortamento continuerà a consumare il capitale dell'auto.

A chi piace cambiare auto di frequente, il rifinanziamento dell'acquisto non è sempre la soluzione migliore. Il leasing presenta alcuni vantaggi rispetto all'acquisto poiché consente al termine di un periodo prestabilito di conservare l'auto, sostituirla con un altro modello o restituirla.

Che cosa succede se il valore di mercato dell'auto è inferiore a quello che sarebbe costato pagare per intero? Prima di sbarazzarsene occorre domandarsi se si adatta ancora al proprio stile di vita, se è affidabile e si è ancora tutto sommato soddisfatti.

Autore: Chiara Compagnucci
pubblicato il
Ultime Notizie