Cassa integrazione contratto calzaturiero quanto si prende. Calcolo stipendio, percentuale ed esempi

Quali sono percentuali e calcolo di stipendio per dipendenti con contratto calzaturiero in cassa integrazione: cosa c’è da sapere e chiarimenti

Cassa integrazione contratto calzaturier

Quanto prendono i dipendenti con contratto calzaturiero in cassa integrazione?

I dipendenti con contratto calzaturiero in cassa integrazione percepiscono uno stipendio pari ll’80% della normale retribuzione percepita in base al proprio Livello di inquadramento previsto da Ccnl. Di norma, però, come stabilito dalla legge, l’importo di cassa integrazione deve rimanere entro i massimali di importi stabiliti ogni anni dall’Inps per la prestazione.

Essere messi in cassa integrazione per motivi indipendenti dalla nostra volontà e da quelli del datore di lavoro. Possono, infatti, verificarsi calamità naturali, emergenze sanitari, improvvise crisi economiche che mettono le aziende nella condizione di non riuscire più a pagare i propri dipendenti e per assicurare loro un futuro lavorativo ecco che le aziende stesse decidono di mettere i lavoratori in cassa integrazione.

Cosa cambia per lo stipendio del lavoratore quando viene messo in cassa integrazione? Vediamo quanto prende in cassa integrazione un lavoratore con contratto calzaturiero.  

  • Cassa integrazione contratto calzaturiero calcolo stipendio e percentuale
  • Esempi calcolo cassa integrazione contratto calzaturiero


Cassa integrazione contratto calzaturiero calcolo stipendio e percentuale

La Cassa integrazione è un ammortizzatore sociale che viene richiesto da aziende e datori di lavori per i lavoratori. Tocca al datore pagare la cassa integrazione anticipando la spesa prevista che poi gli viene rimborsata dall’Inps. Se datore di lavoro o azienda dimostrano di essere impossibilitati ad anticipare il trattamento, tocca direttamente all’Inps provvedere all’erogazione della prestazione.

Lo stipendio che i lavoratori con contratto calzaturiero prendono in cassa integrazione, come con ogni altri CCL, è pari all’80% dello stipendio globale che sarebbe spettato al dipendente per le ore non prestate comprese tra zero e l'orario contrattuale massimo e comunque entro i massimali fissati dall’Inps annualmente.

Gli importi massimi 2020 che possono essere erogati di cassa integrazione sono i seguenti:

  • 998,181 euro, che diventano 939,89 euro netti, se la retribuzione mensile del lavoratore è pari o inferiore a 2.159,48 euro, compresi i ratei delle mensilità aggiuntive;
  • 1.199,72 euro, che diventano 1.129,66 euro netti, se la retribuzione mensile del lavoratore è superiore a 2.159,48 euro.

Il calcolo per il pagamento della cassa integrazione Inps, considerando i massimali di importo della prestazione da erogare e la percentuale dell’80% della normale retribuzione, dipende dalla paga oraria che lo stesso Istituto eroga effettivamente e che è di:

  • circa 5,38 euro all’ora per chi non supera l’importo di 2.159,48;
  • circa 6,48 euro all’ora per chi supera l’importo di 2.159,48.

Per conoscere lo stipendio dei lavoratori con contratto calzaturiero in cassa integrazione basta moltiplicare il numero delle ore mensili non lavorate per 5,38 o per 6,48. La cifra risultante è l’importo lordo di stipendio in cassa integrazione da cui bisogna poi sottrarre le trattenute fiscali. Questo sistema di calcolo è il motivo per cui spesso lo stipendio in cassa integrazione non è mai pari all’80% della ormale retribuzione percepita.

Esempi calcolo cassa integrazione contratto calzaturiero

Lo stipendio di un dipendente con contratto calzaturiero in cassa integrazione, sia ordinaria e sia straordinaria, dovrebbe essere dunque pari all’80% della retribuzione globale spettate in base al suo Livello di inquadramento. Gli stipendi dei lavoratori con contratto calzaturiero in base ai Livelli di inquadramento dei dipendenti sono:

  • 1.229,30 euro per il Livello 1;
  • 1.561,50 euro per il Livello 2;
  • 1.595,20 euro per il Livello 2S;
  • 1.643,50 euro per il Livello 3;
  • 1.679,90 euro per il Livello 3S;
  • 1.719,50 euro per il Livello 4;
  • 1.785,60 euro per il Livello 5;
  • 1.879,30 euro per il Livello 6;
  • 2.042,50 euro per il Livello 7;
  • 2.229,41 euro per il Livello 8 Quadri.

Per fare un esempio di calcolo di stipendio in cassa integrazione, prendendo il caso di un lavoratore inquadrato nel Livello 2 che percepisce normalmente una retribuzione di 1.500 euro circa, in cassa integrazione prederebbe circa 1.100 euro.

Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il
Puoi Approfondire
Ultime Notizie