Che cosa è la pensione supplementare. Spiegazioni e significato 2021 aggiornato

Condizioni e requisiti necessari per fare domanda di pensione supplementare 2018: regole in vigore, a chi spetta e chiarimenti

Che cosa è la pensione supplementare. Sp

Cos’è la pensione supplementare?

La pensione supplementare è un trattamento pensionistico ulteriore che può essere liquidato ai lavoratori dipendenti del settore privato iscritti all’Ago che abbiano già versato contributi per raggiungere una determinata forma di pensione principale e che non bastino per il riconoscimento di un diritto alla pensione autonomo.
 

Che cos’è la pensione supplementare? I lavoratori dipendenti del settore privato hanno la possibilità, una volta raggiunta la pensione principale, di chiedere la liquidazione di un ulteriore trattamento che, però, vale solo per alcuni lavoratori e a condizioni che essi soddisfino determinati requisiti e condizioni. Si tratta proprio della pensione supplementare. Cerchiamo di seguito di dare una spiegazione chiara al significato 2021 di pensione supplementare

  • Pensione supplementare cos’è
  • Pensione supplementare requisiti e chi spetta
  • Pensione supplementare 2021 come fare domanda

Pensione supplementare cos’è

La pensione supplementare è un trattamento liquidato ai lavoratori dipendenti del settore privato (Ago) cui sia stata liquidata già una prestazione previdenziale principale, che hanno cioè versato contributi nell’assicurazione generale obbligatoria per raggiungere la pensione di vecchiaia, invalidità, superstiti ma non sono sufficienti per raggiungere il diritto ad un'altra prestazione pensionistica autonoma e vale solo per titolari di una pensione a carico delle gestioni esclusive (es. dipendenti pubblici) e sostitutive dell'Ago.
 

Pensione supplementare requisiti e chi spetta

I requisiti necessari da soddisfare per poter avere accesso alla pensione supplementare sono i seguenti:

  • essere già titolare o avere in corso di liquidazione una pensione principale a carico di un Fondo sostitutivo, esclusivo o esonerativo dell'Ago; 
  • aver maturato almeno un contributo settimanale o mensile nell’Ago;
  • non avere i requisiti di assicurazione e di contribuzione previsti per ottenere la pensione autonoma;
  • aver compiuto l’età pensionabile prevista per la pensione di vecchiaia nel fondo dove si chiede la pensione supplementare;
  • avere cessato il rapporto di lavoro dipendente;
  • essere in possesso del requisito sanitario previsto per ottenere l’assegno ordinario di invalidità che attesti la capacità lavorativa ridotta a meno di un terzo a causa di infermità fisica o mentale nel caso di pensione supplementare di invalidità.

La pensione supplementare 2021, come chiarito dall'Inps, spetta a:

  • lavoratori che abbiano un conto assicurativo presso l’Assicurazione generale obbligatoria (Ago) già titolari di pensione a carico di un Fondo sostitutivo, esclusivo o esonerativo dell’Ago (come Gestione dipendenti pubblici, o Fondi Pensioni esonerativi e sostitutivi, ecc.);
  • titolari di pensione a carico del fondo di previdenza del Clero secolare per i ministri del culto delle confessioni religiose diverse dalla cattolica; 
  • titolari di assegni vitalizi corrisposti in sostituzione della pensione;
  • familiari superstiti.

Con particolare riferimento al diritto alla pensione supplementare per i familiari superstiti è bene precisare che la pensione supplementare è reversibile, cioè spetta anche ai superstiti per precettore di tale tipologia di pensione, quando gli stessi hanno conseguito il diritto alla pensione di reversibilità a carico della forma obbligatoria di previdenza sostitutiva, esclusiva o esonerativa dell'Ago.

Non possono, invece, avere diritto a percepire la pensione supplementare nell’Ago le seguenti categorie di persone:
titolari di pensione a carico della Gestione lavoratori dello spettacolo per cui è previsto un solo trattamento pensionistico per tutta la contribuzione versata presso le due gestioni; 

  • titolari di pensione a carico di Casse e Fondi per liberi professionisti (medici, avvocati, ingegneri, ecc.);
  • titolari di pensione a carico della Gestione Separata dei lavoratori parasubordinati;
  • titolari di pensione estera di un Paese non convenzionato con l’Italia;
  • titolari di pensione estera di un Paese convenzionato, in quanto godono del diritto alla totalizzazione dei periodi di lavoro svolti all’estero o in Italia e alla liquidazione pro-rata della pensione finale.

Pensione supplementare 2021 come fare domanda

Per avere la pensione supplementare 2021 bisogna presentare domanda all’Inps o all'Ente previdenziale che già eroga la pensione al pensionato.

La domanda all'Inps deve essere inviata in via telematica o direttamente tramite sito Inps muniti del proprio Pin, o contattando telefonicamente il contact center integrato, al numero 803164 gratuito da rete fissa o al numero 06164164 da rete mobile, o, ancora, rivolgendosi a patronati e tutti gli intermediari Inps. 

Una volta presentata e accettata la domanda, la pensione supplementare 2021 ha generalmente decorrenza secondo i seguenti tempi:

  • dal primo giorno del mese successivo a quello di presentazione della domanda;
  • dal 1primo giorno del mese successivo a quello di presentazione della domanda o del riconoscimento del requisito sanitario, nel caso di pensione di invalidità;
  • dal primo giorno del mese successivo al decesso, in caso di pensione supplementare ai superstiti.

E l’importo di pensione supplementare cambia e varia da beneficiario a beneficiario a seconda che lo stesso calcoli la sua pensione finale con sistema contributivo, retributivo o misto. 


 

Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il