Che cosa sono i massimali rc auto. Spiegazione completa e significato

Quando preparano un preventivo auto, gli assicuratori fanno riferimento a una serie di parametri per determinare il premio. Considerano diversi fattori che incidono sul costo.

Che cosa sono i massimali rc auto. Spieg

Massimali Rc auto, cosa sono?

Il massimale è l'importo massimo che la compagnia di assicurazione pagherà per risarcire i danni in seguito a un sinistro. Esiste un valore minimo al di sotto della quale è vietato scendere e dunque non è un parametro che può essere negoziato dalle parti. La legislazione distingue tra massimale minimo per i danni alle persone e il massimale per i danni alle cose.

Il premio di assicurazione auto è l'importo che il proprietario del mezzo è chiamata a pagare per la copertura economica dei danni provocati da un sinistro.

Le tariffe della Rc auto variano in base a una molteplicità di parametri, come la franchigia, l'età del proprietario dell'auto, la marca e il modello del veicolo, la storia di guida ovvero il coinvolgimento in incidenti con colpa e il tipo di assicurazione da acquistare ovvero l'eventuale aggiunta di copertura aggiuntiva, come quelle relative al furto e all'incendio.

Il massimale è invece l'importo massimo che la compagnia di assicurazione paga per risarcire i danni in seguito a un sinistro. Naturalmente, quando si confrontano le polizze assicurative migliori e più adatte per le proprie esigenze, il costo è la variabile fondamentale da tenere in considerazione.

Si potrebbe essere sorpresi dal constatare la variazione delle tariffe e di conseguenza è utile ottenere diversi preventivi e leggere con attenzione tutte le voci incluse nel contratto, tra cui quella relativa ai massimali Rc auto per fare una scelta adeguata e soddisfacente. Approfondiamo in questo articolo:

  • Massimali Rc auto, cosa sono: il significato
  • Rc auto e l'importanza dei preventivi

Massimali Rc auto, cosa sono: il significato

Quando si parla di massimali Rc auto, la prima informazione da conoscere è l'esistenza di un valore minimo fissato per legge. Si tratta di una soglia al di sotto della quale è vietato scendere e dunque non è un parametro che può essere negoziato dalle parti.

Alla base di questa decisione c'è evidentemente la volontà del legislatore di garantire al danneggiato un risarcimento minimo. La stessa legislazione distingue tra massimale minimo per i danni alle persone e il massimale per i danni alle cose. Nel primo caso ammonta a 5 milioni di euro, nel secondo a 1.000.000 di euro.

Si tratta di importi da cui non si può prescindere e che vanno al di là del numero di vittime e ferite e della quantità di danni provocati. Queste cifre possono quindi variare essendo solamente la base di partenza.

Con la definizione di massimale unico Rc auto si intende quindi la cifra complessiva che copre la polizza di assicurazione ovvero la somma delle del massimale minimo per i danni alle persone e del massimale per i danni alle cose. Ne conseguenze che la cifra minima è di 6 milioni di euro.

Altro aspetto importante da considerare è la non immutabilità dei massimali. Tengono infatti conto delle variazioni del costo della vita e di conseguenza sono indicizzati in maniera automatica e dunque ricalcolati ogni 5 anni sulla base delle rilevazioni dell'Istat.

Rc auto e l'importanza dei preventivi

Quando preparano un preventivo Rc auto, gli assicuratori fanno riferimento a una serie di parametri per determinare il premio che gli assicurati devono versare per attivare la polizza. Considerano diversi fattori, come gli incedenti automobilistici avvenuti del passato; il tipo di veicolo ovvero marca, modello e anno; le abitudini di guida secondo la logica che più si guida in un anno e più alta potrebbe essere la tariffa.

Ogni polizza di assicurazione auto è unica per il conducente. Sebbene il prezzo e la copertura possano essere fattori decisivi quando si acquista un'assicurazione auto, vale la pena considerare anche la reputazione e la stabilità finanziaria dei potenziali fornitori di assicurazioni.

Meglio controllare sul sito dell'Ivass che un assicuratore sia autorizzato a operare e quindi esaminare le informazioni sui reclami dei consumatori presentati contro le compagnie di assicurazione. Inoltre, è consigliabile verificare i siti web di recensioni e parlare con gli amici delle loro esperienze con gli assicuratori.

Infine, dedicare qualche minuto per controllare che i potenziali assicuratori abbiano una buona situazione finanziaria. Le agenzie di rating finanziario forniranno queste informazioni. Gli strumenti online spesso forniscono anche informazioni sulle valutazioni. Basta insomma dedicare il tempo e l'attenzione necessari.

Autore: Chiara Compagnucci
pubblicato il