Che cos'è, come e perchè si forma una commissione condominiale e i suoi compiti nel 2022

Cosa fa e quali sono compiti specifici di una commissione condominiale: da chi viene costituita. Cosa prevedono norme in vigore

Che cos'è, come e perchè si forma una co

Che cos'è una commissione condominiale?

La commissione condominiale è un organo consuntivo e di gestione del condominio che si forma con l'approvazione della maggioranza dei condomini presenti in assemblea che rappresentino almeno la metà dei millesimi dell'edificio con lo scopo di occuparsi di compiti specifici che vengono definiti e descritti dalla stessa assemblea di condominio.
 

Che cos'è, come e perchè si forma una commissione condominiale e i suoi compiti? Ogni condominio nel momento in cui si costituisce, si formano allo stesso tempo i relativi organi, dall’assemblea di condominio alla nomina di un amministratore di condominio, quando obbligatorio, alla costituzione di una commissione condominiale. Cerchiamo di capire cos’è e cosa fa una commissione condominiale. 

  • Cos’è e come si forma commissione condominiale
  • Quali sono i compiti di una commissione condominiale

Cos’è e come si forma commissione condominiale

La commissione condominiale è un organo consuntivo e di gestione del condominio che si forma con l'approvazione della maggioranza dei condomini presenti in assemblea che rappresentino almeno la metà dei millesimi dell'edificio con lo scopo di occuparsi di compiti specifici che vengono definiti e descritti dalla stessa assemblea di condominio.

Stando alle norme in vigore, la commissione condominiale non è un organo obbligatorio per i condomini e l’incarico di ogni membro è titolo gratuito, a meno che la stessa assemblea non approvi un rimborso spese con apposita delibera.

Quali sono i compiti di una commissione condominiale

La commissione condominiale deve, per legge, svolgere precisi compiti che vengono definiti dall’assemblea condominiale e che sono:

  • delibera di lavori di manutenzione se già approvati dall’assemblea di condominio;
  • approvare spese ma solo se già decise preventivamente o ratificate successivamente dall’assemblea;
  • controllare e vagliare diversi preventivi di spesa relativi ai lavori di manutenzione da eseguire sul condominio per capire quale sia il migliore per soddisfare le esigenze del condominio ma, prima della firma dell’amministratore, spetta sempre all’assemblea l’approvazione.

Ogni ulteriore compito eventualmente svolto dalla commissione ma che non rientra nella delega dell’assemblea condominiale è illegittima e non produce effetti per il condominio. 

La stessa Corte di Cassazione a Cassazione ha stabilito che l’assemblea condominiale può deliberare, quale organo destinato ad esprimere la volontà collettiva dei partecipanti, qualunque provvedimento, anche se non previsto dal regolamento di condominio, la nomina di una commissione di condomini con l’incarico di esaminare i preventivi di spesa per l’esecuzione di lavori, le cui decisioni sono vincolanti per tutti i condomini ma solo se rimesse all’approvazione, con le maggioranze prescritte, dell’assemblea.

Dunque, se le decisioni della commissione condominiale non vengono comunque deliberate dall’assemblea di condominio non hanno valore. 





Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il